Senza autore – “Ritratto di Don Bosco con scritta autografa” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)”

Il volto di Don Bosco appare in un ovale affilato, con una carnagione chiara e liscia. Indubbiamente c’è la mano di un ritoccatore che produce questi tratti per ottenere un effetto di dignità e raffinatezza. Continue reading “Senza autore – “Ritratto di Don Bosco con scritta autografa” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)””

Bartolomeo Bellisio – “Don Bosco confessa i suoi giovani (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)”

Tra le fotografie di Francesco Serra, quella che piacque di più a Don Bosco fu proprio quella nell’atto di confessare, tanto è vero che, a differenza delle altre, la fece riprodurre subito a matita da Bartolomeo Bellisio per averne un ingrandimento ed incorniciarla nella sua nuova anticamera, come manifesto pubblicitario della sua missione e della sua opera. Continue reading “Bartolomeo Bellisio – “Don Bosco confessa i suoi giovani (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)””

Francesco Serra – “Don Bosco fra i suoi giovani (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)”

La foto molto probabilmente non è un originale ma un fotomontaggio. Esaminando la fotografia colpisce la presenza di due piani diversi di fuoco: sono a fuoco i ragazzi in prima fila e Don Bosco che è più arretrato; inoltre, mentre tutti i ragazzi i ragazzi sono illuminati da sinistra, don Bosco appare illuminato da destra. La prospettiva del collo e della figura di Don Bosco non è corretta rispetto al volto. Continue reading “Francesco Serra – “Don Bosco fra i suoi giovani (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)””

Bartolomeo Bellisio – “Don Bosco con breviario (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)”

Il motivo di questo nuovo ritratto era una certa inquietudine risvegliata nei figli dell’Oratorio: il timore di Don Bosco presto li abbandonasse. Un nuovo attacco di tubercolosi rendeva i medici molto preoccupati. Per questo motivo il Bellisio, abbozzò il suo lavoro rifacendosi alla fotografia di Francesco Serra. Continue reading “Bartolomeo Bellisio – “Don Bosco con breviario (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)””

Francesco Serra – “Don Bosco confessa (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)”

La foto, anche se incompleta, ben esprime l’essenza delle opere di Don Bosco: il bene delle anime dei suoi figli. Egli infatti, è disposto in atto di confessare un bel gruppo di chierici e di alunni raccolti intorno in devota preparazione. Continue reading “Francesco Serra – “Don Bosco confessa (1861)” in “Don Bosco nella fotografia dell’800 (1861-1888)””

Piera Cavaglià – Lo stemma dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice

L’esigenza di avere uno stemma proprio emerge in seguito alla “separazione” dell’Istituto dalla Società Salesiana. Infatti, in una delle sedute del Consiglio generale in data 26 luglio 1905 si prende in considerazione il fatto, e si stabilisce di farlo preparare per poi sottoporlo all’approvazione del Capitolo generale. Nel verbale dell’adunanza si legge: “Si è determinato di presentare al Capitolo Generale un timbro o bollo da adottarsi per tutta la Congregazione”.

Continue reading “Piera Cavaglià – Lo stemma dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice”

  • Titolo: Don Rua continua la missione salesiana (dettaglio)
  • Autore del dipinto: Cyril Uhnák ( Slovacchia )
  • Località: Cappella della comunità don Rua (Università Pontificia Salesiana, Roma)
  • Anno di realizzazione: 2019
  • Tecnica: Acrilico su tela
Il sogno dei nove anni
Autore del dipinto: Mario Bogani
Località: Colle don Bosco (Castelnuovo don Bosco, provincia di Asti)

Avvicinandosi all’altare, nel transetto destro si incontrano tre grandi dipinti su tela del Bogani. La composizione centrale è dominata dal sogno dei nove anni, mentre nello stesso dipinto, le immagini in primo piano in basso, vogliono descrivere le prime attuazioni del sogno stesso.

L’artista ha raffigurato il noto episodio accaduto l’8 dicembre 1841, festa dell’Immacolata, nella sacrestia della chiesa di San Francesco d’Assisi in Torino: don Bosco, giovane prete che si appresta a celebrare la Messa, difende il giovane Bartolomeo Garelli dal sacrestano che vuole scacciarlo. Si intravede sul lato destro la casa Pinardi dove, con la Pasqua del 1846, trova sistemazione l’opera dell’Oratorio.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑