Stanisław Zimniak – L’Austria incontra don Bosco “padre, maestro e amico dei giovani”

Le numerose lettere inedite di don Bosco alla suora austriaca Sophie von Angelini (1838-1897), – fondatrice di un monastero delle Suore Adoratrici Perpetue del SS. Sacramento e che lasciò una traccia significativa nella chiesa della città di Innsbruck – unite a quelle molto meno numerose della stessa suora a don Bosco, sono un’ulteriore conferma della polivalente personalità del santo torinese e del suo ampio raggio d’influenza, nella fattispecie in Austria, i cui rapporti col santo di Torino finora dalla storiografia venivano limitate alla lettera di don Bosco del 1873 all’imperatore Francesco Giuseppe e alla visita da lui compiuta al conte Henri Chambord d’Artois nel 1883.

L’edizione delle lettere e di un’interessante relazione della visita di pellegrini austriaci a don Bosco nell’estate 1883 è preceduta da un rapido sguardo ai contatti, in parte conosciuti, di don Bosco con alcuni personaggi del mondo austriaco. In evidenza il ruolo del “Bollettino Salesiano”, quale strumento di grande efficacia per mantenere vivi e “produttivi” i legami fra don Bosco e il mondo esterno.

 

Indice:

INTRODUZIONE

  1. Don Bosco e l’Austria
  2. Don Bosco: una “guida discreta” per Sophie von Angelini di Innsbruck
  3. I cittadini austriaci da don Bosco

Criteri della pubblicazione dei documenti

II. TESTI

APPENDICE

Periodo di riferimento: 1884 – 1887

S. Zimniak, L’Austria incontra don Bosco “padre, maestro e amico dei giovani”, in «Ricerche Storiche Salesiane» 21 (2002) 41, 275-327.

Istituzione di riferimento:
Istituto Storico Salesiano
Istituto Storico Salesiano

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑