Juan Bottasso – I Salesiani e la lingua degli Shuar (Jíbaros)

La storia dell’impegno dei Salesiani a favore della lingua shuar è molto articolata.

In un primo momento i missionari non si interessarono della lingua in se stessa, come strumento di penetrazione nella mentalità del gruppo. L’unica preoccupazione fu quella di tradurre il catechismo e di evangelizzare. Nessuno di loro aveva una preparazione linguistica specifica: così si sforzarono di incasellare la lingua shuar negli schemi grammaticali delle lingue europee moderne, del latino e del greco.

D’altra parte nulla rimaneva di quanto avevano fatto Gesuiti, Francescani e Domenicani nei secoli precedenti. Così i Salesiani furono costretti a procedere progressivamente, per tappe.

 

Indice

  1. Prima tappa (1894-1912)
  2. Seconda tappa (1914-1920)
  3. Terza tappa (1920-1930)
  4. Quarta tappa (1930-1950)
  5. Quinta tappa (1950-1965)
  6. Sesta tappa (1965-1989)
  7. Settima tappa (1989…)

Bibliografia

Periodo di riferimento: 1894 – 1989

J. Bottasso, I Salesiani e la lingua degli Shuar (Jíbaros), in «Ricerche Storiche Salesiane» 31 (2012) 58, 205-210.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑