Michele Rua – Istruzione sulla divozione al Ss. cuore di Gesù

Nei tempi nostri il Signore non tenne una via diversa da quella tenuta in antico. Che anzi, o fosse che ove abbondò l’iniquità volle che abbondasse la grazia, o che all’abisso dei nostri mali si richiedesse un abisso di misericordia, ci fornì di un aiuto poderoso sopra ogni altro, e che
tutte sopravanza le altre misericordie. Presentò, per dir tutto in una parola, agli uomini il suo Cuore Sacrosanto, disvelò i tesori preziosissimi che in Esso si contengono, ed allettando tutti a quell’Arca divina, offerse sicurezza e rifugio contro ogni pericolo, e volle destare o rinnovare in tutti il fervore della carità. Ma per avere in gran pregio e praticare con profitto la divozione a cotesto Cuore Sacratissimo conviene anzitutto comprendere bene com’essa è divozione di tutti i tempi; ed è là più sublime e la più profittevole delle divozioni. E ’ la divozione di tutti i tempi. Essa in vero risale alla culla stessa del Cristianesimo. La SS. Vergine, la quale, come madre del Redentore, somministrò a Gesù la materia di cui è formato il suo Sacratissimo Cuore si può tenere come la prima e la più ardente adoratrice di questo Cuore divino. Anche San Giuseppe godeva certamente di stringersi Gesù al petto, ed i pastori ed i Magi, Anna e Simeone, Giuseppe
d ’Arimatea e Nicodemo, le pie donne, i discepoli e gli Apostoli sentivansi senza dubbio spinti a Lui per dimostrargli il loro attaccamento ed il loro amore. E tra gli Apostoli in particolar modo si distinse S. Giovanni, il quale, ammesso da Gesù a posare il capo sul suo petto, trasse da quel Cuore adorabilissimo tesori inesauribili di amore e di grazie.

Periodo di riferimento: 1900

M. Rua, Istruzione sulla divozione al Ss. cuore di Gesù, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 237-275

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Michele Rua – La Consacrazione della nostra Pia Società al Sacro Cuore di Gesù.

Da lungo tempo e da molte parti mi fu chiesto con grande insistenza di consacrare la nostra Pia Società al Sacro Cuore di Gesù, con atto solenne e perentorio. Specialmente insistettero
in questo assunto le nostre Case di Noviziato e di Studentato, congiunte in lega santa, e la cara memoria di quell’indimenticabile nostro Confratello che fu Don Andrea Beltrami. Dopo un lungo ritardo, consigliatomi dalla prudenza, credo opportuno esaudire queste suppliche ora, che il
secolo decimonono volge al termine, e si avanza, lieto di molte speranze, il secolo ventesimo.
Già in molte circostanze ho raccomandato a ’ miei figliuoli e Confratelli salesiani, ed alle nostre Suore, le Figlie di Maria Ausiliatrice, la divozione al Sacratissimo Cuore di Gesù, e, sicuro che essa avrebbe apportato grandi beni spirituali a ciascuno di noi, l’anno scorso ho indetto, che ogni salesiano a Lui facesse la consacrazione di se stesso. Queste raccomandazioni furono ben accolte da tutti; si eseguirono scrupolosamente le mie ingiunzioni, ed i beni da me aspettati
vennero abbondantemente. 

Periodo di riferimento: 1900

M. Rua, La Consacrazione della nostra Pia Società al Sacro Cuore di Gesù, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 231-237

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Giorgio Rossi – “L’azione educativa dei salesiani in Roma capitale: l’opera del Sacro Cuore al Castro Pretorio tra Ottocento e Novecento”, in “L’educazione salesiana dal 1880 al 1922. Istanze ed attuazioni in diversi contesti Volume I”

Se vogliamo trovare ancora una connotazione dell’operato dei salesiani al Castro Pretorio, è opportuno rifarsi a giudizi che possano riassumere e qualificare la loro azione educativa. È vero che le considerazioni in questo caso potrebbero risultare generiche, ma sappiamo che l’impronta di don Bosco è stata duratura e tale da rappresentare il collante dell’azione dei salesiani in tutte le parti in cui hanno operato.

Continue reading “Giorgio Rossi – “L’azione educativa dei salesiani in Roma capitale: l’opera del Sacro Cuore al Castro Pretorio tra Ottocento e Novecento”, in “L’educazione salesiana dal 1880 al 1922. Istanze ed attuazioni in diversi contesti Volume I””

Filippo Rinaldi – La data del XIII Capitolo Generale e la vostra partecipazione – La sua importanza per la elezione dei sei membri e per i temi da trattare – Gli studi ecclesiastici della Congregazione – Il riordinamento delle Scuole Professionali e lo sviluppo organico delle Missioni – Il regolatore del Capitolo Generale e le vostre osservazioni e proposte

Il XIII° Capitolo Generale della Società avrebbe dovuto tenersi entro l’aprile dell’anno testé decorso; ma, come a suo tempo vi fu comunicato, s’era ottenuto dalla S. Sede di differirlo.
Ora don Rinaldi invita calorosamente ad intensificare la cooperazione al buon esito di questo Capitolo Generale che avrà principio in Torino il 14 luglio. I Capitolari però si ricordino che devono fare prima i Santi Spirituali Esercizi, che cominceranno, solo per essi, il 7 luglio a Valsalice.

All’Economo Generale D. Conelli, fu sostituito D. Fedele Giraudi; al Direttore Spirituale Don Giulio Barberis, D. Pietro Tirone: e al Consigliere D. Luigi Piscetta, D . Antonio Candela. Il prossimo Capitolo Generale, non è già chiamato a convalidare quelli che il povero Rettor Maggiore ha giudicato nel Signore più adatti a disimpegnare l’ufficio rimasto vacante. Continue reading “Filippo Rinaldi – La data del XIII Capitolo Generale e la vostra partecipazione – La sua importanza per la elezione dei sei membri e per i temi da trattare – Gli studi ecclesiastici della Congregazione – Il riordinamento delle Scuole Professionali e lo sviluppo organico delle Missioni – Il regolatore del Capitolo Generale e le vostre osservazioni e proposte”

Giorgio Rossi – L’orfanotrofio comunale di Roma e i Salesiani: un progetto non riuscito (1923-1924)

Negli anni 1923-24 c’è stato il tentativo di realizzare la fusione o la federazione tra l’Ospizio salesiano del S. Cuore al Castro Pretorio e l’Orfanotrofio comunale di S. Maria degli Angeli alle Terme di Diocleziano.

Continue reading “Giorgio Rossi – L’orfanotrofio comunale di Roma e i Salesiani: un progetto non riuscito (1923-1924)”

Giorgio Rossi – La gestione economica dell’Opera Sacro Cuore di Roma nella visita straordinaria del 1908

L’intento dell’Autore è di inserirsi nel tema dell’economia all’interno della storiografia salesiana analizzando le modalità con le quali veniva gestita l’opera del S. Cuore al Castro Pretorio di Roma, usufruendo di una fonte discretamente esauriente e affidabile, quale è la visita straordinaria del 1908 voluta da don Rua e dal Capitolo Superiore.

Continue reading “Giorgio Rossi – La gestione economica dell’Opera Sacro Cuore di Roma nella visita straordinaria del 1908”

Renato Ziggiotti – Il Concilio Ecumenico Vaticano II e soavi ricordi di famiglia riguardanti il Concilio Vaticano I (1869-70 )

Indice:

  • Dopo le gloriose giornate della consacrazione della Basilica al Sacro Cuore sul monte Tibidabo a Barcellona.
  • Il Concilio Ecumenico Vaticano II e soavi ricordi di famiglia riguardanti il Concilio Vaticano I (1869-70 ).
  • Il decimo anniversario della morte di Don Ricaldone.
  • Il solenne voto del Capitolo Superiore nel 1942 ed il Santuario di San Giovanni Bosco sul suo colle natio. 
  • Circolare della Sacra Congregazione dei Religiosi.
  • Il nuovo Segretario Generale.

Periodo di riferimento: 1961

R. Ziggiotti, il Concilio Ecumenico Vaticano II e soavi ricordi di famiglia riguardanti il Concilio Vaticano I (1869-70 ), in «Atti del Capitolo Superiore» 42 (1961) 222, 2-13

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Renato Ziggiotti – Roma onora San Giovanni Bosco nel XXV Anniversario della sua canonizzazione. – Descrizione del Tempio. – Il vero Tempio, la Famiglia Salesiana. – Rito della Dedicazione della chiesa. – La consacrazione della Famiglia Salesiana al S. Cuore di Maria. – Suffraghiamo l’anima del compianto Ispettore Don Antonio Ragazzini.

Indice:

  • Roma onora San Giovanni Bosco nel XXV Anniversario della sua canonizzazione.
  • Descrizione del Tempio.
  • Il vero Tempio, la Famiglia Salesiana.
  • Rito della Dedicazione della chiesa.
  • La consacrazione della Famiglia Salesiana al S. Cuore di Maria.
  • Suffraghiamo l’anima del compianto Ispettore Don Antonio Ragazzini.

Periodo di riferimento: 1959

R. Ziggiotti, Roma onora San· Giovanni Bosco nel XXV Anniversario della sua canonizzazione. – Descrizione del Tempio. – Il vero Tempio, la Famiglia Salesiana. – Rito della Dedicazione della chiesa. – La consacrazione della Famiglia Salesiana al S. Cuore di Maria. – Suffraghiamo l’anima del compianto Ispettore Don Antonio Ragazzini, in «Atti del Capitolo Superiore» 40 (1959) 206, 2-19

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Renato Ziggiotti – Convegni pro Oratorio Festivo. – Nuovo Vescovo e nuovo Prelato salesiani. – Istituto Internazionale Sacro Cuore; Studentato Catechistico delle Figlie di Maria Ausiliatrice. – Festeggiamenti torinesi a San Domenico Savio. – Viaggio nell’Oriente salesiano. – Consacrazione dell’8 dicembre. – Strenna per il 1955.

Indice:

  • Convegni pro Oratorio Festivo.
  • Nuovo Vescovo e nuovo Prelato salesiani.
  • Istituto Internazionale Sacro Cuore; Studentato Catechistico delle Figlie di Maria Ausiliatrice.
  • Festeggiamenti torinesi a San Domenico Savio.
  • Viaggio nell’Oriente salesiano.
  • Consacrazione dell’8 dicembre.
  • Strenna per il 1955.

Periodo di riferimento: 1954

R. Ziggiotti, convegni pro Oratorio Festivo. – Nuovo Vescovo e nuovo Prelato salesiani. – Istituto Internazionale Sacro Cuore; Studentato Catechistico delle Figlie di Maria Ausiliatrice. – Festeggiamenti torinesi a San Domenico Savio. – Viaggio nell’Oriente salesiano. – Consacrazione dell’8 dicembre. – Strenna per il 1955., in «Atti del Capitolo Superiore» 35 (1954) 182, 2-10

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Pietro Ricaldone – Mutazioni nelle Costituzioni – Crociata di preghiere

Nel decimoquinto Capitolo Generale, dopo matura considerazione, furono approvate le mutazioni alle Costituzioni della nostra Società. Queste mutazioni furono presentate a suo tempo alla S. Congregazione dei Religiosi per la loro approvazione, com’è prescritto dall’articolo 124 delle Costituzioni. La Crociata di preghiere iniziata nel mese di Maria Ausiliatrice, giusta il desiderio del S. Padre, sia continuata anche in seguito. Bisogna sforzarsi di render propizia la bontà divina, conducendo ai piedi degli altari i cuori innocenti dei giovanetti, le cui preghiere sono tanto accette al divin Cuore.

Periodo di riferimento: 1940

P. Ricaldone, Mutazioni nelle Costituzioni – Crociata di preghiere, in «Atti del Capitolo Superiore» 20 (1940) 98, 94-95.

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑