Pier Giorgio Gianazza – Don Rua e la fondazione salesiana di Alessandria d’Egitto

Il saggio mostra l’impegno personale di don Rua nella fondazione della casa salesiana di Alessandria d’Egitto, allora città principale dell’Egitto e porta dell’Africa.

Il suo interesse per la realizzazione di un istituto scolastico-educativo si è concretizzato in una fitta corrispondenza con gli interessati ai vari livelli (dicasteri vaticani, superiori salesiani, collaboratori laici) e con le sue visite personali all’opera incipiente.

Queste ultime si sono effettuate in occasione dei due viaggi in Medio Oriente, il primo nel 1895 e il secondo nel 1908. L’attiva partecipazione di don Rua al progetto e alla realizzazione mostra il suo zelo per la gioventù, la sua ansia missionaria, comprendente anche gli emigrati italiani, e un incipiente ecumenismo.

 

Indice:

  1. Africa: il sogno di don Bosco realizzato da don Rua
  2. Tre visite ad Alessandria d’Egitto
  3. I primi passi per la fondazione
  4. L’Associazione Italiana per soccorrere i missionari cattolici italiani
  5. Intralci iniziali e incidente diplomatico
  6. La fitta corrispondenza di don Rua
  7. Gli inizi effettivi dell’opera
  8. Le due Convenzioni fra Salesiani e ANMI
  9. Il legame con l’Associazione Nazionale per i Missionari Italiani
  10. Effetti e valutazione
  11. L’apostolato fra la colonia italiana e il legame con l’Italia
  12. L’apertura a giovani di ogni nazionalità e religione
  13. La missione, come “ecumenismo” ed “evangelizzazione”
  14. I salesiani e l’applicazione delle norme della “Orientalium dignitas”
  15. Gli anni seguenti, fino alla morte di don Rua

Periodo di riferimento: 1886 – 1910

P. G. Gianazza, Don Rua e la fondazione salesiana di Alessandria d’Egitto, in «Ricerche Storiche Salesiane» 29 (2010) 55, 64-106.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑