Mara Borsi – Il sistema preventivo, “Sistema Aperto” Per dare ai giovani “vita in abbondanza”

L’attenzione ad attualizzare continuamente il sistema preventivo mettendolo in dialogo con i mutamenti socioculturali e con le esigenze educative dei giovani dei diversi contesti è un compito prioritario per l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA).

Sin dalle origini, le FMA si sono impegnate nell’elaborare percorsi metodologici al femminile secondo la consapevolezza della loro identità e del loro ruolo formativo nei confronti della donna. Nella comprensione ed attuazione del Sistema preventivo si è di fatto operata la traduzione pratica di un modello maschile in una comunità femminile, non in modo passivo e unicamente ripetitivo, ma con un margine di creatività e di flessibilità. Oggi, senza peccare di trionfalismo, la Famiglia salesiana può affermare che lo stile salesiano risponde alle esigenze educative nei diversi continenti: bisogno di relazioni, di valorizzazione, di punti di riferimento che aiutino la persona a trovare senso alla vita e ad inserirsi nella società in modo propositivo. Si è consapevoli che nel sistema educativo di don Bosco vi è una felice sintesi di valori tradizionali e innovativi, comunicati mediante un caratteristico stile relazionale.
La capacità del sistema preventivo di stabilire un dialogo fecondo con le diverse culture conferma la validità dell’intuizione di Pietro Braido che afferma: «Asistematica e carica di illimitate potenzialità, l’esperienza pedagogica del sistema preventivo proposta da don Bosco offre sicuri criteri di metodo per la permanente innovazione.

Indice:

  • Introduzione
  • Nel tempo un’attenzione costante
    • Dalle origini al Concilio Vaticano II
    • Nel contesto della secolarizzazione e della nuova evangelizzazione
  • Il sistema preventivo secondo il modello pastorale delle FMA
    • Caratteristiche della pastorale giovanile FMA
    • Le prospettive pedagogiche
    • La visione sistemica
  • Approfondimento e rilettura in alcuni processi di animazione
    • Il Sistema preventivo riletto a partire dai più poveri
      • La preventività: una nuova consapevolezza
      • La valorizzazione della resilienza
    • Il filo rosso dei processi formativi dell’educazione formale
      •  Empowerment: un apporto all’attualizzazione del metodo educativo salesiano
      • Reciprocità e inclusione: una rilettura feconda
    • Un nuovo paradigma: l’educomunicazione
    • La qualità della proposta cristiana
    • Una risposta alle sfide culturali di oggi
      • Il quadro di riferimento antropologico
      • Le sfide relative ai diversi contesti
      • Nuclei tematici emergenti dai contesti
  • Conclusione

Periodo di riferimento: 2015 – 2015

M. Borsi, Il sistema preventivo, “Sistema Aperto” Per dare ai giovani “vita in abbondanza”, in V. Orlando (ed.), Con Don Bosco educatori dei giovani del nostro tempo. Atti del Convegno Internazionale di Pedagogia Salesiana 19-21 marzo 2015 Roma Salesianum/Ups, LAS, Roma 2015, 102-131

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑