Michele Rua – Canto Gregoriano – Teologia e Cerimonie Passeggiate.

In questa lettera don Rua espone alcune impressioni ed alcuni pensieri, che tendono al bene
della Pia Società. Quando visitò le Case affidate dalla DIvina Provvidenza, notò che ci fu grande venerazione e fiducia in don Bosco: il nuovo Rettor Maggiore, quindi, invita i suoi Salesiani a rimanere fedeli ad osservare le esortazioni, tradizioni ed esempi del compianto Padre Don Bosco.

Notò anche che le Case erano tutte ben avviate e colme di allievi, impegnate a seguire i propri doveri, ma trovò anche mancante il Canto Gregoriano. Il desiderio di don Rua, quindi, è che nei Collegi, Ospizi ed Oratori festivi s’insegni a tutti, studenti ed artigiani, il Canto fermo e invita i Maestri di Musica a studiare per poter insegnare al meglio il Canto Gregoriano.

Periodo di riferimento: 1890

M. Rua, Canto Gregoriano – Teologia e Cerimonie Passeggiate, in  Lettere circolari di don Michele Rua ai salesiani, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 51-57

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑