José Manuel Prellezo – Rua Michele, Libro dell’esperienza (1861-1866)

Il presente contributo si propone di mettere a disposizione degli studiosi e specialmente dei membri della Famiglia Salesiana, il testo critico di un documento inedito dovuto alla mano di don Michele Rua, primo successore di don Bosco.

All’origine del manoscritto si trova un “importante consiglio” formulato da don Bosco dopo aver nominato don Rua direttore della prima opera salesiana fuori Torino, Mirabello Monferrato: farsi cioè un Libro dell’esperienza, nel quale “registrare tutti gli inconvenienti, i disordini, gli sbagli mano mano che occorrono”, allo scopo di poterli evitare quando, più tardi, ricorrano “eguali circostanze”.

Le pagine di maggior interesse sono sicuramente quelle riguardanti l’Oratorio dell’Angelo Custode. Esse forniscono dati inediti, utili per la conoscenza della vita interna dell’opera di Vanchiglia.

 

Indice:

I. Introduzione

  1. “Importante consiglio” di don Bosco
  2. Finalità pedagogico-didattica del “Libro dell’Esperienza”
  3. Aspetti formali e temi rilevanti del “Libro dell’esperienza” compilato da don Rua
  4. Criteri di edizione
  5. Apparato critico-illustrativo
  6. Sigle e abbreviazioni usate nell’apparato critico

II. TESTI

Periodo di riferimento: 1861 – 1866

J. M. Prellezo (Ed.), Rua Michele, Libro dell’esperienza (1861-1866), in «Ricerche Storiche Salesiane» 33 (2014) 63, 273-319.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑