Carlo Colli – Lo «spirito di Mornese». L’eredità spirituale di S. M. Domenica Mazzarello



Nel 1981 Carlo Colli  pubblicò uno studio intitolato Lo Spirito di Mornese. L’eredità spirituale di S. Maria D. Mazzarello. L’interesse è centrato sul carisma dell’Istituto e lo “spirito di Mornese” appare come l’eredità spirituale di Maria Domenica Mazzarello. Le fonti su cui egli si fonda sono: le Costituzioni delle FMA del 1885; la lettera di don Bosco del 24 maggio 1886 (per ricavarne gli elementi costitutivi nel pensiero di don Bosco); la testimonianza di don Pestarino, riportate da don Ferdinando Maccono nella biografia di Maria Domenica, la testimonianza di don Giacomo Costamagna e di Enrichetta Sorbone (per analizzare la concreta realizzazione dello spirito di Mornese alle origini), per in seguito delineare gli elementi portanti dello “spirito di Mornese”.

Secondo Carlo Colli le linee portanti dello “spirito di Mornese”, sono:

Spirito di forte, interiore rottura con lo spirito del mondo e di intima partecipazione alla croce di Cristo:

  1. Spirito di povertà e mortificazione
  2. Spirito di obbedienza e abnegazione
  3. Dominio della sensibilità e del cuore

Vivo spirito di fede, alimentato da una pietà fervente, semplice, operosa e da una continua unione con Dio:

  1. Vivo spirito di fede
  2. Pietà fervente, semplice, operosa
  3. Continua unione con Dio

Vita vissuta in umile semplicità, in comunione fraterna, in santa allegria:

  1. Umile semplicità
  2. Comunione fraterna
  3. Santa allegria

 Zelo ardente per la salvezza integrale delle giovani, secondo il metodo e lo spirito di Don Bosco, vissuto da Maria Mazzarello:

  1. Zelo ardente per la salvezza delle giovani
  2. Amore, ad un tempo, tenero e forte: amore materno; amore forte; amore imparziale che sa adattarsi alla debolezza di ciascuna.

Periodo di riferimento: 1815 – 1888

Carlo Colli,  Lo «spirito di Mornese». L’eredità spirituale di S. M. Domenica Mazzarello, Roma, Istituto FMA 1981.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑