Pietro Braido – L’Oratorio salesiano vivo in un decennio drammatico (1913-1922)



La “grande guerra” 1914-1918 con gli inquieti anni che la precedettero e la seguirono poteva diventare fatale alla vita degli oratori. Poteva esserlo ancor più in Italia con il gran numero di salesiani alle armi. Ma i responsabili della direzione della Società salesiana, con in capo il Rettor Maggiore don Albera, fecero di tutto perché l’opera tipica di don Bosco non solo continuasse la sua missione, anzi accrescesse la propria vitalità ed anche in numero.

Lo richiedeva anche l’aumento dei giovani a rischio, con il padre lontano e la madre obbligata a un soprappiù di lavoro. La stessa impossibilità di convocare i classici congressi veniva compensata da altre iniziative: incontri diocesani o regionali per rivitalizzare la cura dei giovani, promuovendone l’istruzione religiosa e dando opportunità di vita associata gratificante e arricchente.

Una eccezionale opera di animazione fu svolta soprattutto dal Bollettino Salesiano, diretto da un salesiano di grande sensibilità sociale e apostolica, don Angelo Amadei, con una larga mobilitazione culturale e operativa di Cooperatori salesiani, di sacerdoti, diocesani e religiosi, e di laici. In tempi di lutti e di morti l’oratorio rimase vivo e vitale.

 

Indice:

  1. Da una pace minacciata all’ “immane flagello” (1913-1914/15)
  2. La permanente sollecitudine oratoriana dei responsabili della Società Salesiana nel turbine della “grande guerra” (1914-1918)
  3. Riflessioni e discussioni sull’identità dell’oratorio in anni di sconcerti materiali e morali (1916-1917)
  4. Gli oratori in tenace ripresa in un mondo inquieto (1918-1922)
  5. Convegni e Congressi (1920-1921)
  6. Il Capitolo generale XII e l’approvazione definitiva del Regolamento dell’oratorio (aprile-maggio 1922)

Periodo di riferimento: 1913 – 1922

P. Braido, L’Oratorio salesiano vivo in un decennio drammatico (1913-1922), in «Ricerche Storiche Salesiane» 24 (2005) 47, 211-267.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑