Sergio Todeschini – “I Salesiani a Sondrio (1897-1905). Da orfanotrofio a pensionato studentesco. Le ragioni di un cambio”, in “L’educazione salesiana dal 1880 al 1922. Istanze ed attuazioni in diversi contesti Volume I”

Sono diverse le ragioni per le quali un progetto educativo si traduce in un insuccesso. A volte sono le aspettative disattese che ne determinano la chiusura; oppure, come nel caso del Collegio salesiano S. Rocco di Sondrio, viene deciso, seppur in modo sofferto, di optare per un indirizzo educativo differente.

Ma quali le motivazioni? Il presente lavoro di indagine intende soffermarsi su due aspetti di carattere educativo che, evidentemente insieme con altri, «potrebbero» aver influito alla trasformazione dell’avviato orfanotrofio salesiano di Sondrio in pensionato studentesco.

Il primo riguarda il rapporto tra i salesiani; il secondo quello del personale incaricato dell’assistenza dei ragazzi. Supponendo che le ragioni principali di tale mutamento di indirizzo assistenziale trovino riscontro nelle due indagini indicate, ciò comporterebbe una grave trascuratezza dei Regolamenti in vigore. Perciò nella seconda parte del lavoro si è voluto allargare il discorso confrontando nello specifico i Regolamenti Salesiani con quelli di due realtà religiose presenti sul territorio e operanti nel sociale.

Introduzione

  1. Una fondazione non facile
  2. Le tensioni tra i salesiani
  3. I giovani salesiani
  4. Salesiani – Guanelliani – Somaschi

Conclusione

Periodo di riferimento: 1897 – 1905

S. TODESCHINI, I Salesiani a Sondrio (1897-1905). Da orfanotrofio a pensionato studentesco. Le ragioni di un cambio, in L’educazione salesiana dal 1880 al 1922. Istanze ed attuazioni in diversi contesti Volume I, Jesús Graciliano González et al. (Edd.), LAS, Roma, 2007.

Istituzione di riferimento:
ACSSA
ACSSA

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑