Francesco Motto,Giuseppe Fagnano,Nicola Bottiglieri – A sud del sud della Patagonia alla ricerca di anime da salvare. Lettere di mons. Giuseppe Fagnano edite dal “Bollettino Salesiano” (1878-1907).

Gli scritti inviati da don (mons.) Fagnano al “Bollettino Salesiano” dalla Patagonia e dalla Terra del Fuoco hanno lunghezze diverse. Si va da una sola pagina fino a relazioni molto lunghe, spesso pubblicate a puntate in numeri successivi.

Quasi tutti hanno il formato della “lettera-relazione” che spesso diventa un vero e proprio “reportage di viaggio” e documenta le varie fasi del lavoro missionario.

Leggendo gli scritti pubblicati sembra di assistere alla “scoperta degli antipodi”, ad un mondo lontano, oscuro, pura natura senza storia dagli inizi del mondo, dove gli indios, sparsi su un territorio immenso, sono promessa e minaccia.

Una scoperta fatta dagli occhi di un missionario piemontese, che trasmette lo stupore ed il fascino nel trovarsi di fronte un mondo capovolto rispetto alla cultura urbana e industriale torinese.

Attraverso gli scritti di Fagnano prima e le foto di De Agostini dopo, gli italiani conosceranno la natura antartica. Non è sbagliato dire che Fagnano sia l’ultimo anello di quella catena di “scopritori dell’America” iniziata da Cristoforo Colombo.

 

Indice:

I. INDICE
II. I “TOPOI” NARRATIVI

  1. Il Piemonte e la Patagonia
  2. Di che natura sono gli scritti?
  3. Le lettere di Fagnano nel “Bollettino Salesiano”
  4. L’emigrante ed il fondatore
  5. Il cappellano
  6. Conoscendo essi pure come ormai passò il tempo della legge degli Indii
  7. La fine di un sogno

Periodo di riferimento: 1878 – 1907

G. Fagnano, A sud del sud della Patagonia alla ricerca di anime da salvare. Lettere di mons. Giuseppe Fagnano edite dal “Bollettino Salesiano” (1878-1907), a cura di F. Motto e N. Bottiglieri, in «Ricerche Storiche Salesiane» 36 (2017) 68, 137-159.

Istituzione di riferimento:
Istituto Storico Salesiano
Istituto Storico Salesiano

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑