Maurits Quartier – “La formazione della guida spirituale salesiana. Relazione” in “Colloqui sulla vita salesiana, 11”

Lo scopo della direzione spirituale è la crescita verso la maturità e la fede, cioè l’autonomia e l’azione personale del diretto. La libertà quindi del guidato sta al centro.

Quali conseguenze ne risultano per la formazione della guida spirituale?

Ne deduciamo due: 1) La formazione della guida spirituale dovrà essere, per quanto è possibile, un’autoformazione. 2) Con l’aiuto e sotto la direzione almeno di una propria guida.

 

Indice:

  • Aspettative riguardanti la direzione spirituale
  • Attitudini fondamentali del direttore
  • Opera di integrazione
  • La formazione professionale della guida
  • Conclusione
  • Discussione: Il grado di maturità umana e salesiana richiesta per un direttore
  • Le istituzioni specifiche della formazione del direttore spirituale
  • I mezzi di formazione del direttore spirituale
  • La preparazione indispensabile del direttore spirituale, non necessariamente prete

Periodo di riferimento: 1957 – 1982

M. Quartier, La formazione della guida spirituale salesiana. Relazione in “Colloqui sulla vita salesiana, 11”, Cison di Val Marino 22-27 AGOSTO 1982, LDC, Leumann (TO) 1983, 221-237.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑