Giovanni Bosco – The Institute of the Daughters of Mary Help of christians

In the early 1870s, when the Salesian Society was going through a happy time of expansion beyond the borders of Piedmont, thanks also to the many vocations flowing in, Don Bosco, with a group of Daughters of Mary Immaculate at Mornese who were gathered around Mary Domenica Mazzarello (1837-1881), gave life to the Institute of the Daughters of Mary Help of Christians. In a very short time it was approved by the Diocesan Ordinary and aggregated to the Salesian society, then spread throughout Italy and overseas. We publish here five documents on this women’s foundation.

Continue reading “Giovanni Bosco – The Institute of the Daughters of Mary Help of christians”

Giovanni Bosco – Personal letters to Salesians and Daughters of Mary Help of christians

These brief items of correspondence, written in familiar tone, contain simple advice on spiritual life. Don Bosco knew those he wrote to, their character, defects, the circumstances in which they worked. In a practical way he invited them to focus on concrete attitudes essential for nurturing their attachment to their Salesian vocation, constantly keeping their hearts leaning to God and charity.

Continue reading “Giovanni Bosco – Personal letters to Salesians and Daughters of Mary Help of christians”

Giovanni Bosco – Circular letters to Salesians and the Daughters of Mary Help of christians

Don Bosco’s Circular letters to the Salesians and Daughters of Mary Help of Christians are small masterpieces of spirituality. The Saint expresses in them a vigorous view of consecrated life: by the vows we give ourselves completely to the Lord, ready to follow him through tribulations until death, courageously facing up to fatigue and difficulty in order to win souls for God. Seen this way the Salesian and the Salesian Sister are encouraged to remain firm in their vocation; to flee worldly spirit; to practise obedience and poverty magnanimously; to cultivate union with God and confidence in their Superiors; to know how to put up with all kinds of inconvenience serenely to “save souls”; to faithfully observe the rules.

Continue reading “Giovanni Bosco – Circular letters to Salesians and the Daughters of Mary Help of christians”

Giovanni Bosco – Constitutional documents

The first document contained in this part (no. 225) is the oldest text of the rule that we have. It was written in beautiful handwriting by cleric Michael Rua between 1858 and 1859, beginning from an earlier draft by Don Bosco which has not been preserved. From this draft came all the other constitutional drafts up to the definitive document in 1874. To draw it up Don Bosco, who had no experience of consecrated life, had recourse to constitutions of other religious institutes.

Continue reading “Giovanni Bosco – Constitutional documents”

Grazia Loparco,Paola Cuccioli – Donne tra beneficienza ed educazione. La «Lega del Bene “Vittorio Emmanuelle III”» a Pavia (1914-1936)

La ricchezza di questa storia non sta in una semplice visione d’insieme, ma nelle pieghe che esse svela, nelle sue luci e nelle sue ombre, descrivendo i passaggi da un periodo all’altro, la fisionomia delle persone coinvolte nell’avventura, l’adattamento ai tempi.
Si coglie così, con piacere, che la “Lega del Bene” è una fondazione assistenziale prettamente femminile, voluta dalla Martinetti e sostenuta inizialmente soprattutto da altre donne benestanti di Pavia; che la Martinetti aveva cercato di aiutare i minorenni non solo sotto l’aspetto pratico, cioè con la sua fondazione, ma aveva anche tentato di promuovere una riflessione sulle loro difficoltà, per poter arrivare a migliorare gli interventi in loro favore; che il fascismo ha influito sulla struttura della istituzione, facendola rientrare nel grande complesso delle opere sovvenzionate dall’ONMI e portandola anche a mutare parzialmente il suo fine originario che, non mettendo più in primo piano il minorenne, si concentra – col 1931 – anche sul bambino divezzo; infine, che anche la chiamata di un istituto religioso – le Figlie di Maria Ausiliatrice – risponde ai segni dei tempi e a quanto si verifica in altre istituzioni, per rendere stabili le opere e – viene pure sottolineato – per diminuire le spese del “Nido”.

Periodo di riferimento: 1914 – 1936

Paola Cuccioli –  Grazia Loparco (eds.), Donne tra beneficienza ed educazione. La «Lega del Bene “Vittorio Emmanuelle III”» a Pavia (1914-1936), Roma, LAS 2003.

Istituzione di riferimento:
Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”
Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione

Juan Edmundo Vecchi – Centennial celebration of the salesian presence in the United States of America. Homily in San Francisco, February 2, 1997

For the beginning of our centennial celebration we are gathered together here as a family in the place where the Salesians established their first presence in the United States of America. When we compare our present- day situation with that at the moment of our arrival we find much for which we must be grateful to God.

Continue reading “Juan Edmundo Vecchi – Centennial celebration of the salesian presence in the United States of America. Homily in San Francisco, February 2, 1997”

Eliane Anschau Petri – L’accompagnamento della scelta vocazionale nell’epistolario di Santa Maria D. Mazzarello

A Maria D. Mazzarello, Confondatrice dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, viene riconosciuto un “ministero educativo” di inconfondibile portata storica. Benché lei non abbia frequentato corsi di teologia e pedagogia, non abbia scritto niente sull’accompagnamento, con la sua presenza discreta e saggia ha guidato le giovani a fare scelte coraggiose di vita e ad impegnarsi in un cammino gioioso di santità. Continue reading “Eliane Anschau Petri – L’accompagnamento della scelta vocazionale nell’epistolario di Santa Maria D. Mazzarello”

Eliane Anschau Petri – L’accompagnamento della scelta vocazionale nell’epistolario di Santa Maria D. Mazzarello

A Maria D. Mazzarello, Confondatrice dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, viene riconosciuto un “ministero educativo” di inconfondibile portata storica. Benché lei non abbia frequentato corsi di teologia e pedagogia, non abbia scritto niente sull’accompagnamento, con la sua presenza discreta e saggia ha guidato le giovani a fare scelte coraggiose di vita e ad impegnarsi in un cammino gioioso di santità. Continue reading “Eliane Anschau Petri – L’accompagnamento della scelta vocazionale nell’epistolario di Santa Maria D. Mazzarello”

Michele Rua – Viaggio di D. Rua in Ispagna-Antichi Allievi – Consigli.

Seguendo la pratica degli anni scorsi, anche questo anno desidero rivolgere la parola a tutti i miei cari Figli per istringere e rinvigorire sempre più il vincolo di carità che ci unisce e ravvivare io spirito del nostro amatissimo Fondatore e Padre D. Bosco. Prima di tutto, Vi porgo i più cordiali ringraziamenti per gli auguri che m’avete mandati nell’occasione del mio onomastico e delle sante Feste Natalizie. Non soglio rispondere a tali lettere in particolare, perchè son tanto numerose che mi sarebbe impossibile. Così malgrado il mio impegno di rispondere ad ogni lettera che esige risposta, non soglio neppure rispondere alle domande di ascrizioni o professione religiosa, di sacre ordinazioni, di vacanze, ecc., perchè tali domande van dirette ai propri Direttori ed Ispettori; così parimenti non soglio rispondere subito alle domande per andar alle Missioni; queste domande si conservano per darvi risposta quando si presenta l’occasione di appagare, il vostro generoso desiderio. Sono però sempre contento quando ricevo lettere e notizie de’ miei Figli, ed è maggiore la mia consolazione quando mi date prove della Vostra generosa carità e del Vostro filiale e fraterno affetto.

Periodo di riferimento: 1900

M. Rua, Viaggio di D. Rua in Ispagna-Antichi Allievi – Consigli, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 498-507

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑