Carlo Nanni – “Educazione”, in “Progetto Educativo Pastorale”

Nella storia umana c’è stato sempre un tempo per allevare, formare, educare. Tuttavia l’emergenza del fatto educativo sembra essere una caratteristica dell’età moderna, concomitante all’affermazione della centralità dell’uomo nel cosmo, all’accentuazione delle sue capacità operative e trasformatrici del reale mediante la ragione, la scienza, la tecnica.

Continue reading “Carlo Nanni – “Educazione”, in “Progetto Educativo Pastorale””

Juan Edmundo Vecchi – “Progetto educativo pastorale”, in “Progetto Educativo Pastorale”

I termini progetto e progettazione non entrano nel linguaggio pedagogico se non in tempi relativamente recenti, sebbene un’organizzazione degli obiettivi, metodi e contenuti, comunque chiamata, era nelle prospettive di ogni educatore cosciente e di ogni studioso di problemi connessi col fatto educativo.

Continue reading “Juan Edmundo Vecchi – “Progetto educativo pastorale”, in “Progetto Educativo Pastorale””

Carlo Nanni,Cesare Bissoli,Giancarlo Milanesi,Giuseppe Groppo,Michele Pellerey,Natale Zanni,Pietro Gianola – Gli Obiettivi

L’azione educativa e pastorale, come ogni azione umana, è diretta a uno o più fini. Studiare i fini dell’educazione e della pastorale è compito della riflessione teoretica, sia filosofica che teologica.

Continue reading “Carlo Nanni,Cesare Bissoli,Giancarlo Milanesi,Giuseppe Groppo,Michele Pellerey,Natale Zanni,Pietro Gianola – Gli Obiettivi”

Ruben Dario Jaramillo – Il centro salesiano regionale di formazione permanente (Quito – Ecuador)

Il Centro Salesiano Regionale di Formazione Permanente con sede a Quito – Ecuador è la realizzazione di un sogno progettato dagli Ispettori e Delegati dell’America Latina, durante il Capitolo Generale Speciale: il desiderio di costituire una “Conferenza Salesiana Latinoamericana”, con l’obiettivo di unificare le forze pastorali vive della Congregazione, portando avanti un piano di rinnovamento della nostra Congregazione, riprendendo l’identità storica e carismatica, secondo lo spirito e la missione di don Bosco, e coltivando un rapporto più stretto con la CELAM (Conferenza Episcopale Latinoamericana).
L’idea è andata avanti e si è consolidata nell’Incontro del Rettore Maggiore don Luigi Ricceri con i Consiglieri per la Formazione: don Egidio Viganò, per la Famiglia Salesiana; don Giovanni Raineri, per la Pastorale Giovanile; don Juvenal Dho ed il Regionale don José Vicente Henriquez, con gli Ispettori della Regione Pacifico- Caribe, svoltosi nella città di Mexico dal 2 al 12 ottobre del 1973.

Continue reading “Ruben Dario Jaramillo – Il centro salesiano regionale di formazione permanente (Quito – Ecuador)”

Oscar González – Proyecto formativos de directivos y educadores de las escuelas salesianas en España

En primer lugar mi más cordial saludo a todas y todos los participantes en este Congreso Internacional de Pedagogía. Un especial saludo y mi agradecimiento a las personas que han organizado este evento y que han confiado en mí para poder presentar esta experiencia formativa a todos ustedes.

Después de este saludo me presento: mi nombre es Oscar González, y desde hace algo más de seis años vengo trabajando en el Centro Nacional de Pastoral Juvenil de Madrid. Desarrollo tareas de coordinación en las Escuelas Salesianas de España en diversos ámbitos, especialmente en los referidos a la formación y al ámbito pedagógico.
El Centro Nacional de Pastoral Juvenil de Madrid es una presencia asentada en la realidad salesiana española, y desde hace varias décadas trabaja como referencia en la reflexión pastoral y en la coordinación de iniciativas a nivel de todas las inspectorías de España. Gracias a esta realidad, se han podido dar pasos de calidad hacia una práctica educativa-evangelizadora reflexionada y compartida.

Continue reading “Oscar González – Proyecto formativos de directivos y educadores de las escuelas salesianas en España”

Carlo Loots,Colette Schaumont – La formazione dei collaboratori laici. Integrare la pedagogia salesiana nella propria persona e nel lavoro educativo

Indice:

  • Salesiani e laici insieme responsabili del carisma e della missione di don Bosco
  • La salvaguardia dell’identità salesiana
    • Come si manifesta l’identità?
      • Il linguaggio: parole e concetti, immagini e simboli
      • La gestione: obiettivi e piani
      • La pratica: situazione effettiva dell’identità
      • L’atmosfera dell’ambiente: clima, mentalità, cultura
      • Il rapporto reciproco tra questi quattro elementi e l’impatto sulla identità
    • Che cosa determina l’identità di una istituzione?
      • La storia e il rapporto con la tradizione
      • La rete di relazioni che determina l’identità
      • L’identità dei collaboratori
    • Formazione e accompagnamento come salvaguardia dell’identità
  • L’apprendimento degli adulti
  • La formazione salesiana dei collaboratori. Contenuti e competenze
    • La sfida di trasmettere la tradizione salesiana
    • Offrire una formazione salesiana: duplice lavoro di traduzione
    • Educare, avendo don Bosco come guida e compagno di viaggio
  • Don Bosco
    • Educare
    • Educatore
    • Caratteristiche di una pedagogia salesiana
      • Pedagogia di alleanza
      • Pedagogia di fiducia
      • Pedagogia della fede
      • Una pedagogia di crescita
      • Pedagogia di gioco e di gioia
      • Pedagogia della speranza
  • A modo di conclusione
  • Addendum: Necessità di sintonizzare il processo formativo sul modo specifico di apprendere degli adulti

Periodo di riferimento: 2015 – 2015

C. Shaumont, C. Loots, La formazione dei collaboratori laici. Integrare la pedagogia salesiana nella propria persona e nel lavoro educativo, in V. Orlando (ed.), Con Don Bosco educatori dei giovani del nostro tempo. Atti del Convegno Internazionale di Pedagogia Salesiana 19-21 marzo 2015 Roma Salesianum/Ups, LAS, Roma 2015, 150-174

Martin Lechner – L’attenzione alla religione nell’educazione e nella formazione nel contesto attuale

Quest’oggi intendo riferire su un nuovo approccio pedagogico-religioso, che abbiamo sviluppato presso l’Istituto per la pastorale giovanile di Benediktbeuern. Definiamo tale approccio “educazione sensibile alla religione”. In ciò riconosciamo un’idea di base che
a) considera l’educazione religiosa come componente integrale di ogni forma di educazione, e non solo come “peculiarità” dell’educazione cattolica;

Continue reading “Martin Lechner – L’attenzione alla religione nell’educazione e nella formazione nel contesto attuale”

Michal Vojtáš – La componente metodologica per l’eduazione salesiana attuale

Il metodo viene generalmente definito come un percorso o itinerario da seguire per ottenere risultati validi e affidabili in qualsiasi settore dello studio o dell’azione. Il concetto di metodologia può essere legato all’idea di “una” strada che implicitamente suggerisce la linearità del procedimento “unico” da seguire. Si deve notare che oltre ai singoli passi da seguire, i quali potrebbero essere eseguiti anche meccanicisticamente e in una modalità teacher proof, c’è anche un insieme di coordinate che ambientano il percorso in una contesto geografico, storico, culturale, valoriale e identitario. Nell’attuale contributo vogliamo percorrere brevemente alcuni paradigmi storici di metodologia educativa salesiana, per poter proporre i loro superamenti più integrali e più adatti alle esigenze educative contemporanee. Continue reading “Michal Vojtáš – La componente metodologica per l’eduazione salesiana attuale”

Mara Borsi – Il sistema preventivo, “Sistema Aperto” Per dare ai giovani “vita in abbondanza”

L’attenzione ad attualizzare continuamente il sistema preventivo mettendolo in dialogo con i mutamenti socioculturali e con le esigenze educative dei giovani dei diversi contesti è un compito prioritario per l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA).

Continue reading “Mara Borsi – Il sistema preventivo, “Sistema Aperto” Per dare ai giovani “vita in abbondanza””

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑