John Rasor – Early salesian regulations: formation in the Preventive System

The first part of this study, however, will examine that other body of Salesian particular law, the Regulations. It will trace their development from their earliest beginnings around 1850, the era of Father Rosmini’s and Father De Guadenzi’s Sunday afternoon visit, up to 1967.

Continue reading “John Rasor – Early salesian regulations: formation in the Preventive System”

Mara Borsi – Il sistema preventivo, “Sistema Aperto” Per dare ai giovani “vita in abbondanza”

L’attenzione ad attualizzare continuamente il sistema preventivo mettendolo in dialogo con i mutamenti socioculturali e con le esigenze educative dei giovani dei diversi contesti è un compito prioritario per l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA).

Continue reading “Mara Borsi – Il sistema preventivo, “Sistema Aperto” Per dare ai giovani “vita in abbondanza””

Michele Rua – Le virtù del Salesiano.

Tutti i Soci conducono vita comune, stretti solamente dal vincolo della carità e dei voti semplici, il che li unisce in guisa da formare un cuor solo ed un ’anima sola per amare e servire Iddio. Queste parole lette nell’art. 7 delle Costituzioni, sgorgarono dal cuore di D.Bosco ardente della più viva carità. Esse mostrano che, mentre la carità è la sostanza della vita cristiana, molto più è l’anima della vita religiosa. Continue reading “Michele Rua – Le virtù del Salesiano.”

Michele Rua – Studi – Vocazioni.

Nei masi scorsi il Rettor Maggiore ha visitato varie case e si è trattenuto anche con molti Confratelli e Cooperatori che ancora non lo conoscevano. Attraversò tutta la Francia,
per recarsi a visitare le varie case delle Isole Britanniche, passò per le case del Portogallo, ed in gran parte di quelle della Spagna e quindi, tornato a Torino, dopo breve fermata riprese il viaggio per le case dell’Italia Meridionale, della Sicilia, della Calabria e delle Puglie. Dappertutto ha notato la benedizione del Signore, ha visto l’entusiasmo di migliaia di Benefattori, ed ha visto il buono spirito che c ’è fra i Confratelli, ha visto che si lavora molto e che regna la carità, la quale è, come dice S. Paolo, vinculum perfectionis.

Periodo di riferimento: 1906

M. Rua, Studi – Vocazioni, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 538-545

Michele Rua – Resoconto del VII Capitolo Generale. Disposizioni varie.

Il Rettor Maggiore annuncia il Resoconto del settimo Capitolo Generale, che si tenne nell’autunno scorso, con le deliberazioni che vi si presero. Ci volle un po’ di tempo per ordinare gli articoli e per prepararne la stampa; ma ora sono radunate e coordinate le cose che allora si stabilirono, ed ai Direttori parrà di trovarsi di nuovo qualche momento insieme con gli altri Superiori, attorno alla cara tomba di D. Bosco a Valsalice, a discutere quelle cose che si riputavano riuscire a maggior gloria di Dio ed a bene della Congregazione. Parve non convenire farne un’edizione molto copiosa perchè varie cose sono solo ad experimentum, perciò se ne stamparono solo quante copie fossero sufficienti per distribuirne una a ciascun membro dei Capitoli delle singole Case. Sebbene tuttavia non pervenga il fascicolo a ciascun confratello, deve essere portato a cognizione di tutti, e perciò i Direttori devono farlo leggere nelle conferenze o in altre circostanze dove si trovino radunati tutti i confratelli. Ciascun confratello poi dovrà porre molta attenzione a detta lettura, ed anche a farsi imprestare il fascicolo da qualche membro del Capitolo della Casa e leggerlo e meditarlo per animarsi a praticare veramente bene le cose che lo riguardano.

Periodo di riferimento: 1896

M. Rua, Resoconto del VII Capitolo Generale. Disposizioni varie, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 475-487

Michele Rua – Vocazioni – Militari – Oratorii fastivi.

Oltre i tre grandi Noviziati dell’alta Italia, se ne dovette fondare un altro in Sicilia. Vi sono Noviziati in Francia, in Ispagna, in Inghilterra e nelle varie Ispettorie dell’America, e quasi tutte queste Case sono ripiene di giovani ascritti animati da buona volontà e da ardente desiderio di diventare veri figli di Don Bosco. Assai edificante è il modo con cui alcuni superarono le gravi difficoltà che attraversavano il loro santo disegno. La madre di un ascritto, dopo aver esaurito inutilmente ogni mezzo per fare smettere a suo figlio l’idea di rendersi Salesiano, lo riconduceva ella medesima al Direttore e lagrimando gli diceva: “Sono desolata di vedere mio figlio fisso nell’idea di abbandonarmi, pure dovetti convincermi mentre lo riteneva presso di me che qui solamente egli si trova bene; opponendomi più oltre lo renderei infelice. Segua egli adunque la sua vocazione, Dio provvederà a me, che sarò priva così dell’unico mio figlio”. La pietà che si ammira ne’ novizi, l’esatta osservanza della regola, lo spirito di sacrifizio a cui si studia di abituarli, fanno sperare che vocazioni così promettenti giungeranno a maturità.

Periodo di riferimento: 1894

M. Rua, Vocazioni – Militari – Oratorii fastivi, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 466-475

Michele Rua – Disposizioni sulla distribuzione del personale.

Si avvicina il tempo in cui bisogna pensare, d’accordo coi singoli Direttori, al personale delle Case dell’Ispettoria per l’anno scolastico p. v. A questo riguardo, ossia per rendersi conto dello stato reale del personale disponibile e per ovviare in tempo a malintesi ed a lamenti,
il Capitolo Superiore destinò gran parte di un’adunanza.

Periodo di riferimento: 1906

M. Rua, Disposizioni sulla distribuzione del personale, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 363-366

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑