Filippo Rinaldi – Causa di Beatificazione di D. Bosco – Visita alle Case d’Oriente

Don Filippo Rinaldi scrive che, riguardo la Beatificazione di Don Bosco resta ancora un po’ di cammino da fare: deve tenersi la Congregazione o Seduta Generale sull’eroicità delle virtù, con Cardinali, Ufficiali e Consultori, coram Sanctissimo (ossia alla presenza del Santo Padre); e dopo questa, vi sarà l’esame dei miracoli, che comprenderà esso pure tre Congregazioni: Antipreparatoria, Preparatoria e Generale; e sarà solo dopo l’approvazione di due miracoli che il Papa procederà alla proclamazione a Beato del nostro Ven. Padre Don Bosco. Continue reading “Filippo Rinaldi – Causa di Beatificazione di D. Bosco – Visita alle Case d’Oriente”

Caterina Daghero – Lettere circolari (1920-1924)

 

 

 

Il file contiene la II parte delle Lettere circolari di madre Caterina Daghero, che corrisponde agli anni 1920-1924.

Le lettere circolari mensili, hanno la caratteristica di riportare il pensiero della madre Generale (Caterina Daghero), della consigliera scolastica (Marina Coppa), di Eulalia Bosco, dell’economa generale e di essere firmata dalla vicaria generale (Enrichetta Sorbone), a cui la Superiora generale  affida l’incarico di trasmettere il proprio pensiero.

Periodo di riferimento: 1920 – 1924

Caterina Daghero, Lettere circolari (1920-1924), dattiloscritto

Rachele Lanfranchi – Studio della pedagogia e pratica educativa nei programmi formativi delle Figlie di Maria Ausiliatrice dalla morte di S. Giovanni Bosco al 1950

Questo contributo intende indagare sé e come nell’Istituto delle FMA si ponga il problema circa la preparazione delle suore al compito educativo; quale sia l’evoluzione della sensibilità nei confronti della preparazione pedagogica ed educativa; se e dove appaia lo studio della pedagogia; quali sussidi in linee metodologiche pratiche proponga, ecc.

In altri termini tenta di sondare e documentare con quale consapevolezza l’Istituto, voluto da San Giovanni Bosco per l’educazione cristiana delle giovani di ceto popolare, abbia assunto e assolto il compito educativo per cui è nato. La ricerca è inserita in un tempo cronologico preciso: dalla morte di Don Bosco (1888) fino al 1950. Un tempo sufficiente per dar ragione dell’evoluzione di mentalità, atteggiamenti, realizzazione con cui le FMA hanno assunto il compito educativo, anche in relazione alle esigenze poste dalle varie Istituzioni con le quali l’Istituto entra in dialogo. Inoltre, le anni 50 sono uno spartiacque tra prima e dopo il Concilio Vaticano II.

Il contributo non si pone una serie di questioni, già trattate in altri contributi che vanno tenuti presenti per inquadrare in modo corretto la realtà che si sta indagando.

Periodo di riferimento: 1888 – 1950

Rachele Lanfranchi, Studio della pedagogia e pratica educativa nei programmi formativi delle Figlie di Maria Ausiliatrice dalla morte di S. Giovanni Bosco al 1950, in Istituto Storico Salesiano – Centro Studi Figlie di Maria Ausiliatrice. Aldo Giraudo et alii (eds.), Sviluppo del carisma di Don Bosco fino alla metà del secolo XX. Relazioni. Atti del Congresso Internazionale di Storia Salesiana (Nel Bicentenario della nascita di Don Bosco), Roma 19-23 novembre 2014, Roma, LAS 2016, pp. 187-203.

Filippo Rinaldi – Udienza concessagli da Pio XI

Don Filippo Rinaldi in questa lettera racconta dell’udienza con il Santo Padre Pio XI il quale lo accolse con grande affabilità. Con affetto tutto paterno della vita e della mortalità salesiana volle essere informato se gli Ascritti erano o no cresciuti molto di numero, e all’udire che in Europa durante questi ultimi mesi, ne erano entrati nei vari noviziati circa 400, numero superiore alla media di prima della guerra, il suo sguardo s’illuminò della più viva compiacenza, perchè, secondo lui, è dal numero dei novizi che si misura la vitalità delle Congregazioni religiose.  Continue reading “Filippo Rinaldi – Udienza concessagli da Pio XI”

Sylwia Ciężkowska – La santità salesiana nella storia. Aspetti emergenti nei processi di beatificazione delle FMA



Questo studio considera la santità salesiana delle Figlie di Maria Ausiliatrice di cui sono istruiti i processi per la beatificazione e canonizzazione fino a metà novecento. L’interesse si concentra attorno a tre processi: quello di madre Maria Domenica Mazzarello (1837-1881) avviato nel 1911; quello di suor Teresa Valsè Pantellini (1878-1907) introdotto nel 1926; e quello di suor Maddalena Morano (1847-1908) iniziato nel 1935. Tutte e tre sono FMA della prima generazione e costituiscono una porzione rappresentativa della santità salesiana femminile. La prima parte del testo si può considerare una risposta alla domanda: Come hanno parlato della santità delle nostre tre sorelle coloro che sono stati interpellati a dare una testimonianza? La seconda parte, invece, è frutto della ricerca trasversale nell’interrogatorio intero, finalizzata a rispondere alla domanda: quali elementi tipicamente salesiani contraddistinguono il cammino di santificazione delle FMA? Tutti coloro che in queste pagine descrivono la santità delle serve di Dio, evidenziano come la forza delle FMA sta nella straordinaria finezza interiore, attenta alle giovani del ceto popolare, e nascosta dietro una vita apparentemente ordinaria.

Periodo di riferimento: 1911 – 1935

Sylwia Ciezkowska, La santità salesiana nella storia. Aspetti emergenti nei processi nei processi di beatificazione delle FMA, in Istituto Storico Salesiano – Centro Studi Figlie di Maria Ausiliatrice. Aldo Giraudo et alii  (eds.), Sviluppo del carisma di Don Bosco fino alla metà del secolo XX. Comunicazioni. Atti del Congresso Internazionale di Storia Salesiana (Nel Bicentenario della nascita di Don Bosco), Roma 19-23 novembre 2014, Roma, LAS 2016, pp. 406-424.

Pietro Braido – L’Oratorio salesiano in Italia e la catechesi in un contesto socio-politico inedito (1922-1943)



La rievocazione del divenire dell’idea e della realtà dell’oratorio salesiano in Italia abbraccia vent’anni di particolare rilievo nella storia della Chiesa, dello Stato e della Società salesiana. Questa, con i Rettori Maggiori don Filippo Rinaldi e don Pietro Ricaldone, ha una straordinaria crescita in numero di soci e di opere, e notorietà, anche grazie alla beatificazione e canonizzazione di don Bosco.

Continue reading “Pietro Braido – L’Oratorio salesiano in Italia e la catechesi in un contesto socio-politico inedito (1922-1943)”

Renato Ziggiotti – Fonti di salesianità. – Trasporto delle spoglie del Servo di Dio Don Filippo Rinaldi. – Le nostre Strenne 1957, per i giovani e per i confratelli. – Dopo l’udienza privata del Santo Padre.



Indice:

  • Fonti di salesianità.
  • Trasporto delle spoglie del Servo di Dio Don Filippo Rinaldi.
  • Le nostre Strenne 1957, per i giovani e per i confratelli.
  • Dopo l’udienza privata del Santo Padre.

Periodo di riferimento: 1957 – 1957

R. Ziggiotti, fonti di salesianità. – Trasporto delle spoglie del Servo di Dio Don Filippo Rinaldi. – Le nostre Strenne 1957, per i giovani e per i confratelli. – Dopo l’udienza privata del Santo Padre, in «Atti del Capitolo Superiore» 38 (1957) 196, 2-8

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑