Piera Ruffinatto – L’educazione dell’infanzia nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice tra il 1885 e il 1922. Orientamenti generali a partire dai regolamenti (1885-1912)

Il contributo presenta l’apporto delle Figlie di Maria Ausiliatrice all’educazione infantile a partire dalle origini dell’Istituto.

Nella prima parte dello studio si contestualizza la tematica collocandola tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento e presentando i maggiori fautori del rinnovamento pedagogico relativo all’infanzia. Si prosegue presentando il primo Regolamento-Programma per gli Asili infantili delle FMA (1885) e quello per i Giardini d’infanzia (1912), cercando di individuare in essi le sintonie con l’impostazione pedagogica del tempo e gli aspetti caratteristici.

Si conclude evidenziando come la presenza delle FMA nel campo dell’educazione infantile è una realtà che caratterizza l’Istituto sin dalle sue origini e lo rende interlocutore qualificato nei confronti dei primi tentativi volti ad offrire ai bambini e alle bambine opportunità di crescita integrale.

L’impostazione pedagogica condivisa dall’Istituto attraverso i Regolamenti, di chiara matrice cattolica, è orientata all’assunzione responsabile e critica delle proposte allora emergenti, quelle aportiane prima, e froebeliane poi, in un tentativo, non sempre riuscito, di conciliare i due metodi in vista di un’offerta formativa più completa e rispettosa sia della natura del bambino e delle sue esigenze, sia del quadro antropologico di riferimento caratterizzato da una visione cristiana del mondo e della persona.

Pur collocandosi in una visione del «sistema preventivo» con chiare tonalità disciplinari, e quindi restrittiva, i Regolamenti evidenziano la portata pedagogica del metodo colto nelle sue valenze più originali ed efficaci, in particolare, la valorizzazione delle risorse presenti in ciascuno e la relazione educativa impostata sugli elementi classici dell’amore e della ragione declinati al femminile attraverso un approccio al bambino di tipo «materno» e volto a creare nell’ambiente scolastico il clima familiare e domestico della casa. In questo senso il «sistema preventivo» applicato all’educazione dei bambini si trova in perfetta sintonia con le nuove tendenze emergenti, in particolare quella agazziana.

Periodo di riferimento: 1985 – 1995

Piera Ruffinatto, L’educazione dell’infanzia nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice tra il 1885 e il 1922. Orientamenti generali a partire dai regolamenti (1885-1912), in Loparco Grazia – Zimniak Stanislaw (a cura di), L’educazione salesiana in anni difficili del XX secolo = ACSSA Varia 3, Roma, Las 2008, 135-160.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑