Paolo Albera – Convocazione del Capitolo Generale XII – La revisione delle Costituzioni – Il terzo Centenario della morte di S. Francesco di Sales

In questa lettera, il Rettor Maggiore Paolo Albera scrive a riguardo della convocazione del Capitolo Generale, del terzo centenario della morte di San Francesco di Sales, della revisione delle Costituzioni.

Continue reading “Paolo Albera – Convocazione del Capitolo Generale XII – La revisione delle Costituzioni – Il terzo Centenario della morte di S. Francesco di Sales”

Michele Rua – Resoconto del VII Capitolo Generale. Disposizioni varie.

Il Rettor Maggiore annuncia il Resoconto del settimo Capitolo Generale, che si tenne nell’autunno scorso, con le deliberazioni che vi si presero. Ci volle un po’ di tempo per ordinare gli articoli e per prepararne la stampa; ma ora sono radunate e coordinate le cose che allora si stabilirono, ed ai Direttori parrà di trovarsi di nuovo qualche momento insieme con gli altri Superiori, attorno alla cara tomba di D. Bosco a Valsalice, a discutere quelle cose che si riputavano riuscire a maggior gloria di Dio ed a bene della Congregazione. Parve non convenire farne un’edizione molto copiosa perchè varie cose sono solo ad experimentum, perciò se ne stamparono solo quante copie fossero sufficienti per distribuirne una a ciascun membro dei Capitoli delle singole Case. Sebbene tuttavia non pervenga il fascicolo a ciascun confratello, deve essere portato a cognizione di tutti, e perciò i Direttori devono farlo leggere nelle conferenze o in altre circostanze dove si trovino radunati tutti i confratelli. Ciascun confratello poi dovrà porre molta attenzione a detta lettura, ed anche a farsi imprestare il fascicolo da qualche membro del Capitolo della Casa e leggerlo e meditarlo per animarsi a praticare veramente bene le cose che lo riguardano.

Periodo di riferimento: 1896

M. Rua, Resoconto del VII Capitolo Generale. Disposizioni varie, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 475-487

Michele Rua – Gli Oratorii festivi.

Nelle deliberazioni del Secondo Capitolo Generale si fa minzione di lettere edificanti, che si scriverebbero di quando in quando a tutti i confratelli. Loro argomento sarebbero tutte quelle cose, le quali possono servire di sprone a lavorare alla maggior gloria di Dio e giovare a mantener vivo ne’ cuori il fuoco della cristiana pietà. Pel passato molte notizie che avrebbero potuto dare materia a tali lettere, vennero pubblicate nel Bollettino Salesiano, in cui si concesse ognora largo spazio alle feste celebrate ne’ nostri istituti ed alle lettere così interessanti dei
nostri missionari. Ma questa pubblicazione, che può bastare per tenerci uniti coi nostri benemeriti Cooperatori, ormai non può più essere l’organo delle intime relazioni che
devono esistere fra i membri della nostra Pia Società. Si è per questo che io, a norma delle sovraindicate deliberazioni e ad imitazione d ’altre religiose famiglie, vi indirizzerò a quando a quando qualche lettera edificante, cui vi raccomando di leggere in refettorio o altrove allorché tutta la comunità si trova riunita.

Periodo di riferimento: 1893

M. Rua, Gli Oratorii festivi, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 457-463

Michele Rua – Le deliberazioni organiche canonicamente approvate.

Oggi è la Festa Onomastica del Rettor Maggiore, che decide di preparare un regalo ai suoi Confratelli. Nella circolare del 19 Febbraio dell’anno 1905 fece notare con quanta solennità fu tenuto il Capitolo Generale ultimo e di quanta importanza è stato, per il modo con cui si svolse, per i Confratelli che vi presero parte e soprattutto per gli argomenti vitali per la loro Congregazione che vi si trattarono. Fu ammirabile la calma imperturbata che sempre vi regnò accompagnata da carità fraterna ed esemplare accondiscendenza anche nei casi di disparità di pareri. Quelle adunanze erano state veramente scuola di sapienza, d’umiltà e di carità. Intanto portava a loro conoscenza come il X Capitolo Generale aveva divise le sue deliberazioni in due categorie : nell’una erano compresi gli articoli organici, quelli cioè che l’Assemblea aveva giudicati necessari a completare le Costituzioni e a darne un’autentica interpretazione
in questi tempi, in cui ormai la Pia Società si è svolta in tutte le sue parti ed organizzata con la maggior esattezza possibile in conformità alle prescrizioni della Chiesa ed allo spirito del Padre, D. Bosco. 

Periodo di riferimento: 1905

M. Rua, Le deliberazioni organiche canonicamente approvate, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 356-359

Michele Rua – Il Capitolo Generale X. La Pia Unione dei Cooperatori Salesiani.

Il Rettor Maggiore accenna il Capitolo Generale X che ebbe principio il 23 Agosto e terminò la sera del 13 Settembre dell’anno 1904. Questa solenne assemblea fu indetta sei mesi prima, e fu convocata osservando scrupolosamente tutte le norme che la Chiesa sapientemente ha tracciato alle Comunità Religiose. Furono presenti tutto il Capitolo Superiore, il Procuratore Generale, tutti gli Ispettori ed un Delegato eletto dai confratelli nei Capitoli Ispettoriali. Furono assenti solamente gli Ispettori dell’Equatore e di S. Salvador in America, legittimamente  impediti.

Con ragione fu considerato quale un gran progresso nella Pia Società l’aver istituite le Ispettorie, che la S. Sede ha canonicamente approvate. E ’ immenso il bene che si spera dal trovarsi raggruppati insieme, gl’istituti d’una stessa regione, e dall’essere i medesimi posti sotto la speciale sorveglianza di un Superiore che rappresenta il Rettor Maggiore. Ben persuasi dell’importanza di questa divisione, i Membri del Capitolo Generale X fecero uno studio particolare dei doveri degli Ispettori e delle relazioni che debbano esistere fra loro e le Case che ne dipendono. 

Periodo di riferimento: 1905

M. Rua, Il Capitolo Generale X. La Pia Unione dei Cooperatori Salesiani, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 341-357

Michele Rua – Udienza del Santo Padre Pio X. Capitolo Generale X.

A Novembre 1903 il Rettor Maggiore fu a Roma dove ebbe la grande fortuna di poter avvicinare il Santo Padre Pio X. Egli lo accolse con la più squisita bontà, ed avendolo ricevuto nelle ore antimeridiane con vari altri Direttori, non potendosi allora comodamente trattare di affari particolari, ebbe l’insigne degnazione d’invitarlo a tornare nuovamente in Vaticano nel pomeriggio, ed in questa seconda udienza lo trattenne da solo per circa tre quarti d’ora, dimostrandosi confidente: volle essere informato delle opere salesiane, e concesse quanto si domandò.

Periodo di riferimento: 1904

M. Rua, Udienza del Santo Padre Pio X. Capitolo Generale X, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 333-337

Michele Rua – Doveri degl’Ispettori.

Il Rettor Maggiore prende l’occasione delle feste Natalizie per rivolgersi agli Ispettori, cercando di stringersi sempre più a loro, ed esponendogli varie cose di rilevante importanza, che riguardano il bene universale della Pia Società e specialmente l’ultima e definitiva sistemazione delle Ispettorie. La cosa, di maggior bisogno è appunto il consolidamento dell’organizzazione delle Ispettorie. Già da molto tempo si tende a questo, e già Don Bosco, nel Capitolo Generale secondo, dispose che si trattasse a fondo questo argomento, e fu allora che fece compilare il Regolamento per l’ispettore, attorno al quale lavorò esso stesso con tutta l’attenzione ed affetto. 

Periodo di riferimento: 1902

M. Rua, Doveri degl’Ispettori, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 312-333

Michele Rua – Resoconto del IX Capitolo Generale. Raccomandazioni agl’ispettori e ai Direttori.

Nel Capitolo Generale che si tenne sul principio del Settembre scorso si presero importanti deliberazioni, che io ora vi posso comunicare, e che spero produrranno un effetto salutare
per la nostra Pia Società. Avrei voluto tantosto darvene comunicazione; ma varie circostanze mi consigliarono ad attendere sinora; non fu dunque negligenza se sono un poco in ritardo a presentai vele; anzi spero che questo ritardo medesimo sia stato opportuno, poiché ora vi posso comunicare le cose ultimate e con maggior precisione.

Periodo di riferimento: 1902

M. Rua, Resoconto del IX Capitolo Generale. Raccomandazioni agl’ispettori e ai Direttori, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 291-312

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Michele Rua – II nuovo Prefetto Generale. Cura del Personale.

La notizia principale che ho da darvi è l’elezione fatta del nuovo Prefetto Generale della nostra Pia Società. Il vuoto lasciato attorno a me dalla perdita dell’indimenticabile Don Belmonte, di sempre cara memoria, è grande, e non era assolutamente possibile lasciare per lungo tempo scoperto quel posto, che egli con tanta competenza teneva, senza che le cose nostre ne soffrissero gravi danni. E’ per questo che, dopo le insistenti preghiere fatte da me e dagli altri superiori del Capitolo, e quelle raccomandate, come ben sapete, a tutta la Congregazione, al Padre dei Lumi, venni nella deliberazione di troncare quanto prima ogni indugio, e procedetti
alla prefata nomina. Ed ora ufficialmente vi comunico che scelsi a coprire questa delicata carica il confratello D. Filippo Rinaldi, Ispettore delle Case di Spagna. Ben comprendevo che il vuoto che colà si faceva, togliendo una mente ed una operosità così insigne, era grande; ma ciò era richiesto dal bene generale di tutta la nostra Società, ed il sacrifizio fu fatto; ora ho la consolazione d’annunziarvi ufficialmente che il nuovo Prefetto, già arrivato a Torino il 1° del corrente, assunse il suo uffizio, ed a lui d’or innanzi avrete a rivolgervi trattandosi di cose, che riguardano il Prefetto della Congregazione. 

Periodo di riferimento: 1901

M. Rua, II nuovo Prefetto Generale. Cura del Personale, Direzione generale delle opere salesiane, Torino 1965, 279-291

Istituzione di riferimento:
Direzione Generale SDB
Direzione Generale SDB

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑