Stefano Pivato – Don Bosco and the popular theatre in «Don Bosco’s place in history»

The present essay focuses on Don Bosco’s decision to adopt Catholic popular theatre as a further educational tool, to the point that at a later time it becomes part of the methods of the Preventive System. The stage thus becomes, not only a place of learning for the spectators, but also for the actors themselves. The first theatrical performance, according to what is mentioned in Memorie, dates back to June 29, 1847.

Continue reading “Stefano Pivato – Don Bosco and the popular theatre in «Don Bosco’s place in history»”

Francesco Traniello – Don Bosco in the history of popular culture in Italy in «Don Bosco’s place in history»

This essay focuses on Don Bosco’s contribution to spreading a popular culture based on religion through his educational activities. Moreover, the Saint was one of the first to realize the need to find, also taking into account the evolving social structure, new ways and techniques for the educational field and also for that one of religious formation.

Continue reading “Francesco Traniello – Don Bosco in the history of popular culture in Italy in «Don Bosco’s place in history»”

Giorgio Chiosso – “Don Bosco and the Oratory (1841-1855)” in “Don Bosco’s place in history”

This essay traces the birth and development of the Oratory, the first educational enterprise created by Don Bosco in Turin. The main objective of the Oratory was to welcome and take care of young people, especially those “abandoned and at risk”, so that they could save their souls and make them honest citizens.                   

Continue reading “Giorgio Chiosso – “Don Bosco and the Oratory (1841-1855)” in “Don Bosco’s place in history””

Guy Avanzini – Don Bosco’s pedagogy in the context of the 19th century in «Don Bosco’s place in history»

The author of the essay noted how in France Don Bosco is not mentioned (except for the French Salesian Desramaut who conducted in-depth studies on the Saint) among the great names of those who made the history of pedagogy. The young people Don Bosco helped were poor and abandoned, misfits. The Preventive System approach that contrasted the repressive system used in those days, undoubtedly revolutionized the field of education.

Continue reading “Guy Avanzini – Don Bosco’s pedagogy in the context of the 19th century in «Don Bosco’s place in history»”

Carlo Nanni – Destinazione educativa, convinzioni pedagogiche e idea di educazione: lettura pedagogica della “Vita”.Domenico Savio raccontato da don Bosco: riflessioni sulla Vita. Atti del Simposio

Leggerò la Vita del giovanetto Savio Domenico scritta da don Bosco in linea con quelli che mi sembrano i modi prevalenti della coscienza pedagogica contemporanea (attenta ai diritti umani, ad interventi che promuovano il diritto di tutti e ciascuno all’apprendimento per tutta la vita in vista di una esistenza e di uno sviluppo umanamente degno; e che opera a livello di educazione formale, non formale e informale, ricercando l’integrazione tra scuola, famiglia, sistema della comunicazione sociale e vita sociale nella sua globalità).

Continue reading “Carlo Nanni – Destinazione educativa, convinzioni pedagogiche e idea di educazione: lettura pedagogica della “Vita”.Domenico Savio raccontato da don Bosco: riflessioni sulla Vita. Atti del Simposio”

Carlo Nanni – Don Bosco, i salesiani, l’Italia in 150 anni di storia

  • L’ oratorio di Don Bosco 
  • Gli oratori salesiani fra fedeltà e innovazione
  • Le scuole di arti e mestieri: l’origine della Formazione professionale
    • Il contesto culturale dell’opera di Don Bosco tra i giovani apprendisti
    • Prime esperienze a Valdocco: “ragazzi poveri e pericolanti” da avviare a ” qualche arte o mestiere”
    • Dai laboratori artigiani al progetto di “vere e proprie scuole professionali”
  • La scuola e i collegi
    • Le scuole elementari
    • Internati con ginnasi e licei
    • Idee di Don Bosco sulla scuola
    • Alcune proposte della scuola salesiana
  • Don Bosco e la parola stampata
    • Don Bosco e il mondo della comunicazione nell’arco della sua vita
    • L’Oratorio: l’ambiente della comunicazione di Don Bosco e successivamente della comunicazione salesiana
    • Le “Letture Cattoliche” di Don Bosco
    • Don Bosco e i libri di storia
    • Don bosco scrittore agiografico e di religiosità popolare
    • Don bosco fonda il “Bollettino Salesiano”
    • Le tipografie e librerie di Don Bosco
  • Don Bosco, la musica e il teatro
    • La musica
    • Il teatro
  • Don Bosco, i beni culturali ed artistici
    • Maria Ausiliatrice
    • San Giovanni Evangelista
    • Sacro Cuore
      • Tibi dabo claves regni Coelorum”
      • Sant’Antonio Abate
      • Statua di Pio IX
  • Don Bosco e la politica
    • Personaggio scomodo per la storiografia
    • Il suo tempo e la modernità
    • Mens e azione politica
    • Nomina dei vescovi e Exequator
    • La codificazione mancata
    • Un’ intelligente duttilità
  • Il Sistema Preventivo
    • Don Bosco educatore
    • Il Sistema Preventivo
    • Nella fedeltà al Sistema Preventivo
  • La produzione culturale: la SEI
  • L’ Università Pontificia Salesiana
    • La governance generale dell’Università
    • Struttura degli studi presso l’UPS
    • La Facoltà di Teologia (FT)
    • La Facoltà di Scienze dell’educazione (FSE)
    • La Facoltà di Filosofia (FF)
    • La Facoltà di Diritto Canonico (FDC)
    • La Facoltà di Lettere cristiane e classiche (FLCC)
    • La Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale (FSC)
    • Il Dipartimento di Pastorale giovanile e catechetica
  • La scelta degli ultimi
    • Don Bosco e i ragazzi di Porta Palazzo a Torino
    • Ma sai fischiare?
    • Con i ragazzi della Generala a Stupinigi
    • Le frontiere dei salesiani oggi
  • L’attenzione per i “cari italiani” all’estero
    • Anni della grande emigrazione”
    • Tempo di guerra e del primo dopoguerra (1915-1922)
    • Ventennio fascista ( 1922-1940)
    • Seconda metà del secolo XX
    • In sentesi
  • Le Missioni Salesiane: le prime spedizioni
    • L’ideale missionario di Don Bosco
    • Preparativi
    • Le prime spedizioni missionarie ( 1875-1887)
    • In Argentina (1875) e nell’ Uruguay (1876)
    • La Patagonia (1879)
    • La Terra del fuoco (1886)
    • Brasile (1883), Cile ( 1887), Ecuador (1888)
    • Sogni missionari

 

 

 

Periodo di riferimento: 1879 – 1991

C.Nanni, Don Bosco, i Salesiani, l’Italia in 150 anni di storia,in « Cemm »2010.

Istituzione di riferimento:
Centro Studi Don Bosco
Centro Studi Don Bosco

Pietro Braido – Compiti e responsabilità della scuola secondo Antonio Rosmini

In questo breve articolo viene presentata la concezione personalistica e integrale della scuola secondo Antonio Rosmini . Fini, orientamenti e metodi devono tener conto dell’integrità personale dell’alunno, che non è puro spirito né sola individualità fisica, ma unità sostanziale di spirito e di corpo, « un oggetto animale, intellettivo e volitivo.

Continue reading “Pietro Braido – Compiti e responsabilità della scuola secondo Antonio Rosmini”

Pietro Braido – L’anima dell’educatore

In questa breve introduzione della rivista «Orientamenti Pedagogici» si delinea una caratteristica fondamentale e costitutiva dell’«anima» dell’educatore. Anche il pedagogista ed educatore, Kerschensteiner, lo pone in primo piano, primo nell’ordine logico e nell’ordine ontologico tra tutti i caratteri accennati, quale condizione di tutti gli altri, e cioè la dedizione agli alunni, quella che Don Bosco chiamerebbe la «consacrazione» ai giovani («il direttore deve essere tutto consacrato a’ suoi educandi).

Continue reading “Pietro Braido – L’anima dell’educatore”

Pietro Braido – Cronache di psicologia contemporanea

Tenteremo di offrire in questa rassegna i dati ricavati da alcune opere generali o da monografie o da articoli di psicologia scientifico-positiva relativi al concetto di nomo. Il «mistero dell’uomo», infatti, pur attingendo le sue più elevate e profonde formulazioni sul piano della filosofia e della teologia, si rivela con dati fondamentali e decisivi anche sul piano del sapere scientifico biologico e psicologico.

Continue reading “Pietro Braido – Cronache di psicologia contemporanea”

Pietro Braido – Veritatem facientes

Il fascicolo di « Orientamenti » che ora presentiamo vuol costituire precisamente il parziale imperfetto tentativo di una « commemorazione » di questo genere, tendente all’assimilazione e alla messa in evidenza dei punti essenziali dell’insegnamento pontificio più che a una celebrazione encomiastica. Saranno offerti spunti ed elementi positivi ai fini di una eventuale e futura costruzione sistematica di pedagogia cattolica. In qualche articolo saranno più accentuati i motivi di approfondimento e di inquadramento del Magistero pontificio più recente. In altri, invece, l’«antologia» avrà il sopravvento sulla personale elaborazione e sul ripensamento sistematico. Talvolta saranno illustrati problemi di fondo e questioni di principio, mentre in altri casi prevarrà il riferimento a questioni pedagogiche più particolari.

Continue reading “Pietro Braido – Veritatem facientes”

Pietro Braido – Quinto anno

Come il primo giorno, ci si ispira ancora a quanto è espresso nel brano di Hessen che sta di fronte. Non occorrono nuovi «prolegomeni», altre «fondazioni» o «motivazioni». Ci sorregge l’idea, sempre più radicata e convinta, che l’educazione, come tutte le grandi realtà, nient’altro può essere che opera di intelligenza e d’amore e, su un piano ulteriore, di fede e di «carità».

Continue reading “Pietro Braido – Quinto anno”

Pietro Braido – Lo stato al servizio dell’educazione

Un’ esatta determinazione della posizione dello stato di fronte al problema educativo deve necessariamente partire dalla messa a fuoco dei termini principali che vi sono implicati: la personalità umana dell’educando, inserito normalmente in una famiglia o, almeno, per nascita costituito in uno specialissimo ineliminabile, naturale, rapporto con i «parentes»; la natura e i finì dell’ educazione; la natura e i fini dello stato.

Continue reading “Pietro Braido – Lo stato al servizio dell’educazione”

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑