Giovenale Dotta – Dall’Oratorio dell’Angelo Custode all’Oratorio di San Luigi: Leonardo Murialdo tra don Cocchi e don Bosco nei primi oratori torinesi. (Seconda parte)

L’articolo si propone di ricostruire le origini e i primi decenni di storia (18401870) di due tra i più antichi oratori torinesi, quello dell’Angelo Custode, fondato da don Cocchi, e quello di San Luigi, aperto da don Bosco.

Continue reading “Giovenale Dotta – Dall’Oratorio dell’Angelo Custode all’Oratorio di San Luigi: Leonardo Murialdo tra don Cocchi e don Bosco nei primi oratori torinesi. (Seconda parte)”

María Esther Posada – La sapienza della vita. Lettere di Maria Domenica Mazzarello

L’edizione del 2004 dell’Epistolario di Santa Maria Domenica Mazzarello, è riveduta ed e ulteriormente arricchita nelle note, prediligendo chiarificazioni di tipo storico, biografico o contenutistico. L’epistolario è composto da 68 lettere, scritte dalla Santa tra il 1874 al 1881. Le lettere sono una importante fonte storica per le origini dell’Istituto, in quanto non mancano riferimenti precisi a persone e circostanze della prima ora, accennano a problemi e successi delle FMA, alla prima espansione delle opere e delle comunità, ma anche alle defezioni e decessi di giovani sorelle. Nell’immediatezza di comunicazioni familiari emergono criteri di giudizio e di orientamento della madre, le sue speranze come le sue preoccupazioni, insomma traspare in controluce quella fedeltà creativa a don Bosco che fa pensare a un modo femminile di incarnare il carisma salesiano. Continue reading “María Esther Posada – La sapienza della vita. Lettere di Maria Domenica Mazzarello”

Alphonsine Fwamba Tshuabu – Développement de la mission salésienne in Rép. Dém. du Congo

Il contributo tratta dello sviluppo della missione salesiana, e in particolare delle FMA, nella Repubblica democratica del Congo. Esso si compone di tre parti. La prima presenta il quadro sinottico in merito alle circostanze che hanno preceduto l’arrivo della prima comunità. La seconda parte, la principale, tratta lo sviluppo della missione, la fondazione di diverse comunità e delle opere dal 1926 al 1951, mettendo in luce come le FMA si sono impegnate a impiantare il carisma salesiano. La terza parte valuta l’impatto dell’azione missionaria educativa delle religiose. Gli aspetti che hanno favorito il loro inserimento appaiono legati alla povertà degli inizi, allo sforzo d’inculturazione e apprendimento della lingua locale, allo stile oratoriano, alla pedagogia delle feste, alla preparazione ai sacramenti, alla cura data alle exallieve, a una profonda spiritualità fatta di sacrificio e abnegazione.

Periodo di riferimento: 1926 – 1951

Alphonsine Fwamba Tshuabu, Développement de la mission salésienne in Rép. Dém. du Congo, in Istituto Storico Salesiano – Centro Studi Figlie di Maria Ausiliatrice. Aldo Giraudo et alii (eds.), Sviluppo del carisma di Don Bosco fino alla metà del secolo XX. Comunicazioni. Atti del Congresso Internazionale di Storia Salesiana (Nel Bicentenario della nascita di Don Bosco), Roma 19-23 novembre 2014, Roma, LAS 2016, pp. 368-382.

Renato Ziggiotti – Importante allocuzione di S. S. Paolo VI ai Religiosi: 1° Ai « dilettissimi figli » religiosi radunati per i rispettivi Capitoli Generali – Importanza e compiti degli Istituti Religiosi nella Chiesa – Gli immutabili valori dei Consigli Evangelici – La disciplina, la osservanza, le iniziative – Incremento, adattamento, rinnovamento – Vita pastorale e apostolato odierno – L’accordo con la, Sacra Gerarchia – Paterna esortazione e Benedizione apostolica



Indice:

  • Importante allocuzione di S. S. Paolo VI ai Religiosi
  • Ai « dilettissimi figli » religiosi radunati per i rispettivi Capitoli Generali
  • Importanza e compiti degli Istituti Religiosi nella Chiesa 
  • Gli immutabili valori dei Consigli Evangelici
  • La disciplina, la osservanza, le iniziative
  • Incremento, adattamento, rinnovamento
  • Vita pastorale e apostolato odierno
  • L’accordo con la, Sacra Gerarchia
  • Paterna esortazione e Benedizione apostolica

Periodo di riferimento: 1964 – 1964

R. Ziggiotti, importante allocuzione di S. S. Paolo VI ai Religiosi: 1° Ai « dilettissimi figli » religiosi radunati per i rispettivi Capitoli Generali – Importanza e compiti degli Istituti Religiosi nella Chiesa – Gli immutabili valori dei Consigli Evangelici – La disciplina, la osservanza, le iniziative – Incremento, adattamento, rinnovamento – Vita pastorale e apostolato odierno – L’accordo con la, Sacra Gerarchia – Paterna esortazione e Benedizione apostolica, in «Atti del Capitolo Superiore» 45 (1964) 237, 2-14

Renato Ziggiotti – Preghiamo e prepariamoci al prossimo Capitolo Generale. – La Congregazione Salesiana « gualis esse debet »: altri due diamanti, Fede e Speranza. – « Sumite scutum fidei ». – «Resistite fortes in fide». – L’apostolato della nostra fede. – Nomine pontificie e nuova Prefettura apostolica. – Fondazione del Pontificio Istituto di Alta Latinità. – La biografia di Don Pietro Berruti. – Trasporto della salma del Card. Giovanni Cagliero da Roma a Viedma



Indice:

  • Preghiamo e prepariamoci al prossimo Capitolo Generale.
  • La Congregazione Salesiana « gualis esse debet »: altri due diamanti, Fede e Speranza.
  • « Sumite scutum fidei ».
  • «Resistite fortes in fide».
  • L’apostolato della nostra fede.
  • Nomine pontificie e nuova Prefettura apostolica.
  • Fondazione del Pontificio Istituto di Alta Latinità.
  • La biografia di Don Pietro Berruti.
  • Trasporto della salma del Card. Giovanni Cagliero da Roma a Viedma

Periodo di riferimento: 1964 – 1964

R. Ziggiotti, preghiamo e prepariamoci al prossimo Capitolo Generale. – La Congregazione Salesiana « gualis esse debet »: altri due diamanti, Fede e Speranza. – « Sitmite scittum ftdei ». – «Resistite fortes in fide». – L’apostolato della nostra fede. – Nomine pontificie e nuova Prefettura apostolica. – Fondazione del Pontificio Istituto di Alta Latinità. – La biografia di Don Pietro Berruti. – Trasporto della salma del Card. Giovanni Cagliero da Roma a Viedma, in «Atti del Capitolo Superiore» 44 (1964) 235, 3-13

Renato Ziggiotti – L’udienza di S. S. Paolo VI (20 agosto). – La morte di S. E. Mons. Domenico Comin. – Visita straordinaria all’Ispettoria orientale. – La strenna per il 1964. – Unione di mente, di cuore e di opere. – Unione di mente e di cuore con i Superiori. – Santità: Sancti estate! – Apostolato : Unam, sanctam, apostolicam familiam. – Preghiamo per il felice esito del Concilio Ecumenico: dal 29 settembre al 4 dicembre, seconda seduta plenaria.



Indice:

  • L’udienza di S. S. Paolo VI (20 agosto).
  • La morte di S. E. Mons. Domenico Comin.
  • Visita straordinaria all’Ispettoria orientale.
  • La strenna per il 1964.
  • Unione di mente, di cuore e di opere.
  • Unione di mente e di cuore con i Superiori.
  • Santità: Sancti estate!
  • Apostolato : Unam, sanctam, apostolicam familiam.
  • Preghiamo per il felice esito del Concilio Ecumenico: dal 29 settembre al 4 dicembre, seconda seduta plenaria.

Periodo di riferimento: 1963 – 1963

R. Ziggiotti, l’udienza di S. S. Paolo VI (20 agosto). – La morte di S. E. Mons. Domenico Comin. – Visita straordinaria all’Ispettoria orientale. – La strenna per il 1964. – Unione di mente, di cuore e di opere. – Unione di mente e di cuore con i Superiori. – Santità: Sancti estate! – Apostolato : Unam, sanctam, apostolicam familiam. – Preghiamo per il felice esito del Concilio Ecumenico: dal 29 settembre al 4 dicembre, seconda seduta plenaria, in «Atti del Capitolo Superiore» 44 (1963) 233, 3-14

Renato Ziggiotti – In clima di Concilio Vaticano II. – Splendore di Cielo. – Direzione di vita. – Indirizzo sicuro ed efficace di apostolato conquistatore. – Due segnalazioni importanti. – La Strenna 1963.



Indice:

  • In clima di Concilio Vaticano II.
  • Splendore di Cielo.
  • Direzione di vita.
  • Indirizzo sicuro ed efficace di apostolato conquistatore.
  • Due segnalazioni importanti.
  • La Strenna 1963.

Periodo di riferimento: 1962 – 1962

R. Ziggiotti, in clima di Concilio Vaticano II. – Splendore di Cielo. – Direzione di vita. – Indirizzo sicuro ed efficace di apostolato conquistatore. – Due segnalazioni importanti. – La Strenna 1963, in «Atti del Capitolo Superiore» 43 (1962) 228, 3-13

Piera Cavaglià – Elementi della spiritualità missionaria delle Figlie di Maria Ausiliatrice



L’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice ha vissuto dall’inizio la missionarietà come un elemento essenziale del suo patrimonio spirituale, ispirato alla passione apostolica di don Bosco e di Maria D. Mazzarello. Quest’impronta ha continuato a caratterizzare l’Istituto nel tempo. Oltre alla sensibilità dei fondatori, anche i direttori salesiani contribuivano ad alimentare nelle prime FMA l’ardore missionario come dimensione universale dello “spirito di Mornese”. Senza soluzione di continuità, in ogni generazione emergono figure di missionarie che hanno segnato l’evangelizzazione e l’educazione delle ragazze, delle giovani in diversi contesti. In effetti, la missionarietà è proposta a tutte le FMA, sia nella formazione sia nel progetto educativo delle opere.

La finalità di questo contributo è quella di cogliere alcuni elementi della spiritualità che sostiene le missionarie e motiva il loro slancio apostolico pur in situazioni difficili.

Periodo di riferimento: 1877 – 1957

Piera Cavaglià, Elementi della spiritualità missionaria delle Figlie di Maria Ausiliatrice, in Istituto Storico Salesiano – Centro Studi Figlie di Maria Ausiliatrice. Aldo Giraudo et alii (eds.), Sviluppo del carisma di Don Bosco fino alla metà del secolo XX. Comunicazioni. Atti del Congresso Internazionale di Storia Salesiana (Nel Bicentenario della nascita di Don Bosco), Roma 19-23 novembre 2014, Roma, LAS 2016, pp. 563-581.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑