José Manuel Prellezo – Lettere circolari inedite di don Michele Rua: 2. Vicario successore di don Bosco e Rettor maggiore (1885-1910)

Nel secondo CG del 1880, presieduto da don Bosco, fu affidato al prefetto generale il compito di “mantenere cogli ispettori una corrispondenza mensuale”, con lo scopo di “essere informato e, a sua volta, informare il Rettor Maggiore dell’andamento delle sue ispettorie”.

Continue reading “José Manuel Prellezo – Lettere circolari inedite di don Michele Rua: 2. Vicario successore di don Bosco e Rettor maggiore (1885-1910)”

Jose Thomas Vettath – L’azione di governo di don Rua: modalità, strumenti, risultati

La relazione esamina la figura di don Michele Rua, primo successore di don Bosco, come fedele interprete, realizzatore, consolidatore e continuatore del carisma del fondatore in tutte le sue dimensioni.

Il primo mandato di don Rua come Rettor maggiore è durato dal 1888-1898, in base alla nomina (precedente) da parte di Leone XIII, riconfermato dallo stesso papa.

Continue reading “Jose Thomas Vettath – L’azione di governo di don Rua: modalità, strumenti, risultati”

Luigi Ricceri – Il nostro impegno per i Cooperatori

Indice:

  • Notizie liete e notizie dolorose. Il nostro impegno per i Cooperatori:
  • Alcuni dati sulla situazione
    • Gli aspetti promettenti del post-capitolo
    • Ci sono pure zone d’ombra
  • Alcuni obiettivi da raggiungere
    • La cooperazione salesiana è esigenza di fede
    • Nuove forme di cooperazione
    • « Accanto a noi e con noi
  • Alcune linee di strategia pastorale
    • Formare i salesiani
    • A chi spetta l’animazione
    • Come reperire i nuovi Cooperatori
    • Come inserirli nelle nostre opere
    • I cooperatori anima della Congregazione.

Periodo di riferimento: 1973 – 1973

L. Ricceri, Il nostro impegno per i Cooperatori, in «Atti del Capitolo Superiore» 54 (1973) 271, 3-22

Bogdan Kolar – La percezione dell’azione educativa salesiana nell’ambiente sloveno prima della grande guerra mondiale

L’articolo riprende ed amplia quanto già presentato sul fascicolo 22 (1993): la situazione politica, economica, culturale, religiosa della Slovenia nel cinquantennio precedente la prima guerra mondiale, la particolare conoscenza di don Bosco e dell’Opera salesiana che si aveva in quella terra (addetta ad attività rieducative più che educative), l’apertura non facile del collegio di Rakovnik (1901) della casa di Radma (1907) e della scuola agricola/seminario di Werzej (1912), il contributo essenziale dei Cooperatori (sacerdoti, laici, autorità religiose, politico-amministrative).

Continue reading “Bogdan Kolar – La percezione dell’azione educativa salesiana nell’ambiente sloveno prima della grande guerra mondiale”

Luigi Ricceri – Don Rua: fu il servo fedele – Fu il salesiano tutto di Don Bosco – Il suo messaggio per gli anni ’70

Indice:

  • Don Rua: fu il servo fedele
    • Credette nella santità di Don Bosco
    • Se fosse oggi al timone
    • La fedeltà è attuale.
  • Fu il salesiano tutto di Don Bosco
    • Carità di pastore
    • Lavoro e temperanza
    • La mansuetudine
    • L’amorevolezza
    • Due predilezioni: i giovani e l’oratorio
    • Volle la Congregazione missionaria
    • Sollecitudine per i Cooperatori
    • Amore per gli Exallievi.
  • Il suo messaggio per gli anni ’70
    • Se avessi dieci Don Rua
    • Con gli operai
    • Un invito nel nome di Don Rua
    • Essere fedeli oggi.

Periodo di riferimento: 1972 – 1972

L. Ricceri, Don Rua: fu il servo fedele – Fu il salesiano tutto di Don Bosco – Il suo messaggio per gli anni ’70, in «Atti del Capitolo Superiore» 53 (1972) 268, 5-26

Filippo Rinaldi – Causa di Beatificazione di D. Bosco – Visita alle Case d’Oriente

Don Filippo Rinaldi scrive che, riguardo la Beatificazione di Don Bosco resta ancora un po’ di cammino da fare: deve tenersi la Congregazione o Seduta Generale sull’eroicità delle virtù, con Cardinali, Ufficiali e Consultori, coram Sanctissimo (ossia alla presenza del Santo Padre); e dopo questa, vi sarà l’esame dei miracoli, che comprenderà esso pure tre Congregazioni: Antipreparatoria, Preparatoria e Generale; e sarà solo dopo l’approvazione di due miracoli che il Papa procederà alla proclamazione a Beato del nostro Ven. Padre Don Bosco. Continue reading “Filippo Rinaldi – Causa di Beatificazione di D. Bosco – Visita alle Case d’Oriente”

Bogdan Kolar – Lo sviluppo dell’immagine salesiana fra gli Sloveni dal 1868 al 1901

Il presente contributo traccia lo sviluppo dell’immagine salesiana fra gli Sloveni a cominciare dal 1868, anno in cui venne citato per la prima volta il nome del sacerdote Giovanni Bosco sulla stampa slovena, e fino alla fondazione in Rakovnik (Ljubljana) del primo collegio salesiano il 23 novembre 1901. Continue reading “Bogdan Kolar – Lo sviluppo dell’immagine salesiana fra gli Sloveni dal 1868 al 1901”

Pietro Braido – L’Oratorio salesiano in Italia, “luogo” propizio alla catechesi nella stagione dei Congressi (1888-1915)

Da don Bosco e dai suoi continuatori l’oratorio fu sempre considerato istituzione giovanile primaria non solo cronologicamente. Di essa si tenta in questo contributo di cogliere l’idea e l’immagine in uno spazio geografico e in un segmento temporale, ritenuti privilegiati.

Continue reading “Pietro Braido – L’Oratorio salesiano in Italia, “luogo” propizio alla catechesi nella stagione dei Congressi (1888-1915)”

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑